Fiorentina lanciata: 2-1 a Sassuolo stoico

FLORENCE, ITALY - DECEMBER 20: Nikola Kalinic of ACF Fiorentina celebrates after scoring a goal during the Serie A match between ACF Fiorentina and AC Chievo Verona at Stadio Artemio Franchi on December 20, 2015 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Una doppietta di Nikola Kalinic regala alla Fiorentina la terza vittoria nelle ultime 4 giornate. Di Francesco perde Gazzola e Magnanelli per infortunio. ma Francesco Acerbi riaccende in maniera inaspettata la speranza. Al Sassuolo però non basta un finale gagliardo per raggiungere il pareggio.

FORMAZIONI:

Fiorentina (4-2-3-1): Tatarusanu; Salcedo, Rodriguez, Astori, Olivera; Badelj, Vecino; Chiesa, Ilicic, Bernardeschi; Kalinic. All. Sousa.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Pellegrini, Magnanelli, Sensi; Ricci, Defrel, Ragusa. All. Di Francesco.

CRONACA:

Pronti via la Fiorentina cerca subito l’affondo con un Sassuolo che però non sta a guardare. Gli ospiti infatti sfruttano le ripartenze ma al 10’ dopo una serie di batti e ribatti in area di rigore, Kalinic tutto solo raccoglie e mette a segno. Errore grossolano della difesa emiliana che si alza e lascia in gioco l’attaccante viola libero davanti a Consigli. Nei minuti finali del primo tempo Chiesa entra in area palla al piede e serve Kalinic che colpisce di tacco, la sfera prende il palo prima di finire in rete. Gli ospiti non si demoralizzano, anzi si suonano la carica. Prima è Defrel ad impensierire la difesa viola ma il pallone esce di poco al lato, poi sugli sviluppi di un calcio d’angolo ci prova Acerbi di testa ma Tatarusanu riesce a bloccare facendosi così perdonare l’uscita a vuoto che poteva costare caro alla sua squadra. Troppi errori difensivi per i ragazzi di Di Francesco e la viola ne approfitta.

Scelto da Sousa tra gli undici titolari dopo il goal messo a segno in Europa, ripaga a pieno la fiducia del proprio mister. I compagni lo cercano spesso e lui oggi sembra più in palla di Bernardeschi. Mette a segno l’assist per il secondo goal di Kalinic e ci mette anima e corpo per tutta la partita. Nei movimenti ricorda il padre, anche se Enrico era più un goleador. Col tempo però potrà migliorare anche sotto porta. Al 75’ dopo una serie di rimpalli in area, Acerbi dimenticato da tutti, accorcia le distanze battendo Tatarusanu. Un goal meritato dagli ospiti che non hanno mai mollato e che nel finale provano anche a pareggiare ma trovano un buon Tatarusanu. Per i viola la palla per chiudere la gara capita a Salcedo che a tu per tu con Consigli dimostra di far sapere bene soltanto il difensore.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250