Finisce il sogno europeo del Milan: l’Arsenal vince 3-1

Hakan Calhanoglu illude il Milan, penalizzato subito dopo da un calcio di rigore assurdamente concesso dall’arbitro Eriksson all’Arsenal e segnato da Danny Welbeck. Il Milan crea palle gol, l’Arsenal li trasforma: Granit Xhaka e ancora Danny Welbeck chiudono i conti nella ripresa.

FORMAZIONI:

Arsenal (4-4-1-1): Ospina; Bellerin, Mustafi, Koscielny, Monreal; Ozil, Ramsey, Xhaka, Mkhitaryan; Wilshere; Welbeck. All. Wenger.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Borini, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Calhanoglu, Montolivo; Suso, Cutrone, Silva. All. Gattuso.

CRONACA:

I rossoneri partono forte e André Silva ha subito una buona occasione ma calcia sull’esterno della rete. Al 10′ si fa male il capitano dei londinesi Koscielny, che dolorante deve abbandonare un minuto dopo il terreno di gioco per far spazio a Chambers. L’Arsenal prova a premere, i rossoneri si difendono con ordine. Al 25′, su ribaltamento di fronte, Welbeck calcia forte sul primo palo, trovando la risposta di Donnarumma. Al 35′ però il Milan spezza l’inerzia della partita con Cahlanoglu che trova un eurogoal dai 25 metri calciando imparabilmente di esterno collo. Il Milan acquista fiducia ma è un episodio a ristabilire la partita sul campo. Presunto contatto fra Rodriguez e Welbeck nell’area rossonera, con l’attaccante inglese che si butta giù inducendo il giudice di porta e l’arbitro all’errore: Eriksson decreta infatti il rigore fra le proteste rossonere e lo stesso Welbeck trasforma spiazzando Donnarumma. Sul finire della prima frazione proteste rossonere per un tocco col braccio di Chambers in area, mentre Donnarumma è chiamato agli straordinari su botta centrale del solito Welbeck.

L’inizio ripresa è di marca londinese: scambio in velocità Ozil-Mkhitaryan con conclusione di quest’ultimo dalla sinistra dell’area: Donnarumma è ancora decisivo nella respinta. Il Milan risponde con Suso: conclusione di poco a lato sulla destra. Al 67′ Gattuso si gioca il tutto e per tutto e getta nella mischia anche Kalinic al posto di Cutrone. Proprio lui, imbeccato bene da Bonucci, ci arriva di testa ma colpisce debolmente fra le braccia di Ospina. I rossoneri continuano comunque a giocarsela e sfiorano il pareggio con un colpo di testa di Andrè Silva deviato sotto la traversa da Mustafi, ma il portiere colombiano dei Gunners ci mette ancora una pezza. Nel finale i londinesi trovano anche il tris con Welbeck, abile nel tap-in dopo un salvataggio di Donnarumma su Ramsey, anche se l’azione sembra viziata da un fuorigioco dello stesso attaccante inglese. Finisce 3-1 per l’Arsenal, che vola ai quarti di finale ed elimina un buon Milan dalla competizione.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250