Festa Italia: 2-0 alla Grecia

Gli azzurri, eccezionalmente in maglia verde, danno vita a una prestazione non brillantissima ma centrano l’obiettivo nella ripresa: a segno Jorginho su rigore e poi Bernardeschi. Settimo successo su 7 per la nazionale di Mancini, che vola a Euro 2020 con 3 turni d’anticipo

FORMAZIONI:

Italia (4-3-3): Donnarumma; D’Ambrosio, Bonucci, Acerbi, Spinazzola; Barella, Jorginho, Verratti; Chiesa, Immobile, Insigne. All. Mancini.

Grecia (4-3-1-2): Paschalakis; Bakakis, Chatzidiakos, Siovas, Stafylidis; Zeca, Kourbelis, Bouchalakis; Bakasetas; Limnios, Koulouris. All. Schip.

CRONACA:

Gli azzurri prendono subito in mano il controllo del possesso palla, ma trovano di fronte una squadra ben messa in campo dal punto di vista difensivo. La prima occasione capita sul destro di Koulouris, che da posizione ravvicinata mette alla prova i riflessi di Donnarumma. L’Italia cerca spesso Insigne per accendere la lampadina del gioco offensivo, ma il possesso lento va costantemente a spegnersi sulle strette linee della Grecia, che gioca un primo tempo aggressivo e sempre pronto al raddoppio sul portatore di palla. Poco prima dell’intervallo Mancini perde Chiesa per un problema muscolare e manda in campo Bernardeschi.

Nella ripresa il copione non cambia: gli uomini di Van’t Schip difendono con quasi tutti gli uomini a ridosso della propria area e l’Italia non sfonda: Koulouris va ancora vicino al vantaggio sulla palla persa da Verratti, ma coglie solo l’esterno della rete. Al 62′ l’episodio che sblocca il match: Insigne calcia da ottima posizione e trova la netta deviazione con un braccio largo di Bouchalakis. Dagli undici metri Jorginho è impeccabile e spiazza Paschalakis. A questo punto la squadra ospite alza il proprio baricentro e apre più spazi alla manovra azzurra: ne approfitta Bernardeschi, che calcia dal limite e trova l’angolo basso del raddoppio con l’aiuto della deviazione di Giannoulis. Nel finale gli uomini di Mancini sfiorano il tris ancora sull’asse Bernardeschi-Insigne: al fischio finale è festa azzurra.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter