A Ferrara é poker di Immobile: Lazio batte Spal 5-2

Ciro Immobile trascina la Lazio con quattro goal sul campo della SPAL: di Luis Alberto la rete che sblocca gli equilibri, doppietta per Mirko Antenucci.

FORMAZIONI:

Spal (3-5-2): Gomis; Salamon, Vicari, Felipe; Lazzari, Schiattarella, Viviani, Grassi, Mattiello; Paloschi, Antenucci. All. Semplici.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Wallace, De Vrij, Radu; Basta, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lukaku; Alberto, Immobile. All. Inzaghi.

CRONACA:

Ritmi subito altissimi nei primi minuti e match sbloccato al 5′ da una magia di Luis Alberto, che manda a vuoto mezza difesa avversaria con una doppia finta da urlo e fa impazzire i tifosi ospiti. La reazione dei padroni di casa arriva immediatamente e viene premiata dall’arbitro, che assegna un calcio di rigore per fallo di Basta su Grassi: dal dischetto Antenucci spiazza Strakosha. Al 19′ altra gran giocata di Luis Alberto per Immobile, che supera Gomis con un bel tocco sotto e riporta avanti l’Aquila. Passano sette minuti ed il bomber italiano si ripete, questa volta sul filtrante di Milinkovic-Savic: palla ancora all’angolino. Le azioni degli uomini di Inzaghi nascono quasi sempre dalle continue accelerazioni di Lukaku, quasi inarrestabile oggi. Nel miglior momento della Lazio arriva però lo squillo della SPAL, ancora con un ispiratissimo Antenucci: il numero 7 sfrutta alla mezz’ora una respinta corta di Wallace per battere Strakosha e riportare in gara i suoi. A questo punto i padroni di casa prendono ulteriormente fiducia e sfiorano il pari due volte: prima con Paloschi, poi ancora con Antenucci, vicino alla clamorosa tripletta. Poco prima dell’intervallo c’è però spazio per il tris di Immobile, che questa volta anticipa tutti di testa e completa la sua giornata da urlo.

Nella ripresa il copione non cambia e l’uragano Immobile si abbatte ancora sul campo della SPAL: questa volta l’ex Borussia Dortmund colpisce da posizione defilata, non impeccabile Gomis. La Lazio prova a rallentare i ritmi ma gli uomini di Semplici sfiorano ancora il goal in due occasioni: prima con il palo colpito da Viviani, poi con un gran salvataggio sulla linea di Strakosha sul tocco ravvicinato di Felipe. Inzaghi gioca anche la carta Felipe Anderson, ma i ritmi calano notevolmente: l’Aquila va ancora vicinissima al goal con Parolo, mentre nel finale ci prova Paloschi. Finisce con la festa della Lazio: Immobile porta a casa il pallone.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter