Federica Pellegrini é finale nei 200 sl

Federica Pellegrini strappa il pass per la finalissima dei 200 m stile libero con il terzo tempo assoluto alle spalle delle due grandi rivali Sjostrom e Ledecky. Finalissima in programma mercoledì 10 agosto ore 3:20.

Questa terza giornata di semifinali e finali nella vasca olimpica di Rio aveva per noi italiani un’attwnzione particolare per le semifinali dei 200 stile libero femminili con Federica Pellegrini, inserita nella batteria più veloce e complicata insieme ai due mostri Katie Ledecky e Sarah Sjoestroem, l’azzurra si è disimpegnata alla grande giungendo terza ma gestendo perfettamente la gara, chiusa in 1’55″42 e conquistando la sua quarta finale a Cinque Cerchi e realisticamente potrebbe lottare per la medaglia di bronzo.

La migliore dunque è stata la Sjoestroem che in 1’54″65 si è presa la soddisfazione di battere la Ledecky, seconda in 1’54″81. Per domani, apparentemente, la lotta per la vittoria sembra proprio fa le due grandi campionesse, con l’americana leggermente favorita.

Nella finale dei 200 stile libero al maschile, come da pronostico, si è imposto Sun Yang in 1’44″65 esibendo una seconda parte di gara mostruosa ed annullando la fuga di un coraggiosissimo Chad Le Clos, giunto secondo in 1’45″20 a precedere Conor Dywer in 1’45″23. Niente da fare per Paul Biedermann, giunto sesto in 1’45″84 e per James Guy, campione del mondo di Kazan 2015 in quarta piazza 1’45″49.

Grande spettacolo nelle finali dei 100 dorso maschili e femminili con le vittorie di Ryan Murphy (51″97) giunto a soli 3 centesimi dal record del mondo (ottenuto con costumi gommati) di Aaron Peirsol e di Katinka Hosszu, strepitosa anche in questo stile siglando un fantastico 58″45.

Alle spalle di Murphy il sorprendente cinese Jiayu Xu (52″31) e l’altro americano David Plummer (52″40) mentre la magiara si è messa alle spalle la statunitense Kathleen Baker (58″75) e Kylie Masse (58″76).

Nella finale dei 100 rana, arriva un altro trionfo degli Usa con Lilly King in 1’04″93 che precede  la russa Efimova in 1’05″50 e l’altra americana  Catherine Meili in 1’05″69. Completamente fuori gara  la campionessa olimpica uscente Ruta Meilutyte che, forzando troppo il passaggio ai 50 metri, è letteralmente crollata nella seconda vasca chiudendo in un mediocre 1’07″32 in settima posizione.

Nelle  semifinali dei 200 farfalla uomini e 200 misti donne tanta Ungheria col giovane Tamas Kenderesi miglior crono in 1’53″96 e della solita Hosszu che chiude  in 2’08″13 (seconda prestazione dietro la britannica Siobahn-Marie O’Connor)

Kenderesi si è preso la soddisfazione di battere allo sprint  Michael Phelps (secondo in 1’54″12) terzo tempo  per il fenomenale ed eterno Laszlo Cseh, con il quarto tempo arriva il sud africano Le Clos.

 

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter