Fantastica Atalanta: 0-2 a Napoli

Una doppietta di Mattia Caldara permette all’Atalanta di espugnare il Napoli. Atalanta che sullo 0-1 erano rimasti in 10 per l’espulsione di Kessié, ma che hanno trovato addirittura il raddoppio. Ora il terzo posto é solo a -3.

FORMAZIONI:

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Maksimovic, Albiol, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri.

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Kessie, Freuler, Spinazzola; Kurtic; Petagna, Gomez. All. Gasperini

CRONACA:

Il Napoli torna al San Paolo con un unico obiettivo: vincere per presentarsi nel migliore dei modi alla sfida di martedì prossimo con la Juventus in Coppa Italia. Di fronte, però, si trova una squadra ostica e in forma, l’Atalanta di Gianpiero Gasperini.
Il match inizia con ritmi alti, con il Napoli cheboressa alto e l’Atalanta che si difende. Al settimo minuto ci prova Mertens, che viene ribattutonda Caldara. La palla arriva a Insigne che con un tiro preciso scheggia la traversa. Dopo nemmeno dieci minuti di gioco, la partita si accende con un lampo dei soliti noti.
Ma La Dea non resta a guardare, infatti alza il baricentro e prova a pressare. Al minuto numero 28 succede l’imprevedibile. Calcio d’angolo per gli ospiti. Cross al bacio che pesca in mezza all’area di rigore Mattia Caldara che di testa insacca la rete dell’ 1 a 0. Incredibile al San Paolo!
I partenopei provano a reagire: al 44 esimo Mertens prova su punizione, palla sporcata da Berisha che scheggia il palo. Le squadre vanno a riposo sul punteggio di 1 a 0.
Il seconso tempo inizia con il Napoli che pressa alto alla disperata ricerca del gol del pareggio. Tuttavia, fino al minuto numero 70 non ci sono azioni degne di nota. Tuttavia, in quel momento succede l’imprevedibile: dopo l’espulsione di Kessie, l’Atalanta in 10 ruba palla nella propria metà campo, Spinazzola fugge in contropiede e con un cross perfetto pesca il solito Caldara che mette a segno un gol stupendo. 2 a 0 per gli ospiti e pubblico di casa ammutolito! I restanti minuti trascorrono senza particolari emozioni.
La partita finisce. Un’Atalanta strepitosa batte in trasferta un Napoli scosso dalle parole di Aurelio De Laurentis. La classifica recita 51 punti per la Dea, a – 3 dalla zona Champions League. Sognare è lecito.

 

About the Author

Stefano Chiurato
Sono Stefano, nato a Torino il 5 luglio 1993. Mi sono diplomato nel 2012 presso il Liceo Scientifico Valsalice e a settembre 2015 mi sono Laureato in Economia e Direzione delle Imprese presso la Scuola di Management ed Economia di Torino. Sono un tifoso juventino e seguo attivamente il calcio e ho deciso di intraprendere questa avventura presso il "blog dello sportivo"

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter