Fabio Aru in maglia gialla!!! A Peyragudes vince Romain Bardet

Grandissima giornata per Fabio Aru che sfila la maglia gialla a Froome sugli ultimi difficilissimi metri del Peyragudes dove il britannico si pianta letteralmente senza riuscire a rispondere agli avversari, dopo aver controllato per tutta la tappa con la sua Sky.

Tanti gli attacchi nei primi km, ma la prima vera fuga prende corpo al km 20 con 12 corridori all’attacco, tra cui Marcel Kittel e Michael Matthews alla caccia di punti allo sprint intermedio di Loures-Barousse: in volata è Matthwes a prendersi i 20 punti, battendo Kittel che mantiene però la leadership nella classifica per la maglia verde. All’inizio del Col de Menté, Kittel si stacca, mentre dietro è sempre il Team Sky a condurre le operazioni in testa al gruppo maglia gialla. De Gendt fa incetta di punti sui GPM, ma sul Col de Menté è ancora Matthews a sprintare per non far avvicinare il belga alla vetta della classifica scalatori, occupata da Barguil, compagno di squadra del velocista australiano.

Sul Port de Balès esplode la fuga, fa un gran lavoro De Gendt ma è Cummings ad andarsene da solo, prendendosi così i punti dell’hors catégorie. Nel gruppo maglia gialla si staccano nomi come Calmejane, Pinot, Rolland, Chaves e soprattutto Fuglsang che dimostra di non essere al meglio dopo la caduta di ieri. Solo in due provano dei veri e propri attacchi: si sganciano Barguil e Contador, ma solo il francese riesce a scappare dal gruppo per prendere la 4a posizione sul GPM. L’azione di Barguil e Contador, comunque, cambia il ritmo in testa al gruppo con Froome che perde in un colpo solo Kiryienka e Sergio Henao. La Sky sembra battibile, ma anche gli altri capitani perdono via via i propri compagni di squadra. Prima del Col de Peyresourde, finiscono fuori strada Aru e Froome ma i due vengono attesi dal gruppo: comincia la salita ed i primi a staccarsi sono Quintana e la maglia a pois di Barguil.

Nieve e Landa ‘accompagnano’ Froome, con il gruppo maglia gialla che riprende anche Cummings. Ci si gioca, quindi, vittoria di tappa e abbuono e nessuno sembra in grado di attaccare il britannico sul Col de Peyresourde. A 300 metri dal GPM si stacca anche Contador che perde le ruote dei migliori e non riesce a rientrare in discesa. Anche sul Peyragudes sembra che la Sky possa controllare agevolmente, ma ai -350 metri dal traguardo c’è l’attacco di Fabio Aru che manda in apnea Froome. Aru verrà rimontato da Bardet, che vincerà poi la tappa, e Uran ma riesce comunque a giungere 3°, prendendosi anche i 4” di abbuono. Froome viene lasciato addirittura da Landa, e arriverà al traguardo con un ritardo di 20” da Fabio Aru, lasciando così la maglia gialla al corridore dell’Astana.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Romain Bardet AG2R La Mondiale 5:49.38
2. Rigoberto Uran Cannondale-Drapac Pro CT +0.02
3. Fabio Aru Astana Pro Team +0.02
4. Mikel Landa Team Sky +0.05
5. Louis Meintjes UAE Team Emirates +0.07
6. Daniel Martin Quick-Step Floors +0.13
7. Chris Froome Team Sky +0.22
8. George Bennett Team LottoNL-Jumbo +0.27
9. Simon Yates ORICA-Scott +0.27
10. Mikel Nieve Team Sky +1.28

CLASSIFICA GENERALE:
1. Fabio Aru Astana Pro Team 52:51.49
2. Chris Froome Team Sky +0.06
3. Romain Bardet AG2R La Mondiale +0.25
4. Rigoberto Uran Cannondale-Drapac Pro CT +0.35
5. Daniel Martin Quick-Step Floors +1.41
6. Simon Yates ORICA-Scott +2.13
7. Mikel Landa Team Sky +2.55
8. Nairo Quintana Movistar Team +4.01
9. George Bennett Team LottoNL-Jumbo +4.04
10. Louis Meintjes UAE Team Emirates +5.00

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter