EuroCup, semifinale Gara1– Reggio Emilia non riesce a scalfire la Lokomotiv

Non riesce l’impresa della Reggiana nella prima gara delle semifinale di EuroCup.

Parte bene la squadra italiana; nei primi due minuti, la Pallacanestro Reggiana è subito 5-0. Lokomotiv, che però non vuole sfigurare e a suon di alley-oop si porta in vantaggio di uno. La difesa italiana soffre e non poco contro quella russa, a 4:47 dalla fine quarto è già a quota 5 falli e la Lokomotiv che cerca un gioco incentrato sui falli che la portano in lunetta e ci riesce. Reggio Emilia che rimane in partita grazie al duo Wright-Reynolds i quali però si svegliano troppo tardi. Nel secondo quarto si “aggiusta” la difesa della Reggiana: concede di meno, è più presente sotto canestro e riesce a stoppare gli attacchi dei russi. Il tutto si traduce nel pareggio della squadra italiana a quota 23 e a poco meno della metà del quarto è già in bonus. Purtroppo non riesce ad approfittarne anche per via dell’imprecisione a canestro e da il la alla Lokomotiv per aumentare il vantaggio.

Nel secondo tempo, gli italiani cercano di imporsi con un ottimo Wright. Coach Obradovic chiama subito timeout per fermare la “mini” emorragia. Timeout che ha i frutti sperati visto che la squadra di casa inizia a scappare con un massimo. vantaggio di 16. Reynolds fa tutto il possibile per recuperare lo svantaggio ma una bomba da 3 della Lokomotiv stoppa tutte le intenzioni. Reggio Emilia che però non demorde e riesce a terminare il periodo con 23 punti nel terzo parziale. Nell’ultima frazione è un monologo russo con gli ospiti che però cercano di dare del filo da torcere.

Lokomotiv Kuban – Grissin Bon Reggio Emilia 82-65
(19-15, 24-13, 20-23, 19-14)

Lokomotiv Kuban: Qvale 16, Babb 11, Elegar 11, Collins 10, Kulagin 9, Ragland 9, Antipov 8, Ilnitskiy 4, Lacey 4. All. Obradpvic.

Reggiana: Wright 14, Reynolds 13, Nevels 10, Wright 7, White 6, De Vico 5, Cervi 4, Candi 3, Markoishvili 3. All. Menetti.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo