Euro 2016 finalmente si torna in campo al via gli ottavi di finale

Oggi si riparte con il Can Can degli ottavi di finale di Euro 2016, sperando in partite con più gol, il menù di questa prima giornata degli ottavi è davvero interessante.

Oggi alle ore 15 a Saint Etienne, sarà il momento di Svizzera-Polonia, partita molto interessante con la Polonia che spera di sbloccare l’attacco atomico formato da Lewandowski e Milik, ancora con le polveri bagnate e la Svizzera che fino adesso ha dimostrato di essere ancora una squadra con grossi problemi nel trovare un gioco offensivo interessante.

Alle ore 18, il derby tutto britannico tra il Galles e l’Irlanda del Nord al Parco dei Principi di Parigi, occasione  irripetibile per Gareth Bale e compagni per approdare  ai quarti, infatti l’Irlanda del Nord fino ad ora ha dimostrato solo tanta buona volontà e grande disponibilità al sacrificio

Alle ore 21  a Lens, si affronteranno per il big match della giornata Croazia e Portogallo è una sfida dal grande fascino e garanzia di spettacolo, sicuramente parte favorita la Croazia grande squadra quella che ha fatto vedere il calcio più bello e con una squadra dotato di un centrocampo devastante ed un Perisic veramente incontenibile, in modalità Messi.

Le partite di domenica inizieranno, sempre alle 15, con la Francia padrona di casa che sara’ chiamata a confermare i pronostici contro l’Irlanda a Lione, partita che sembra gìa’ segnata ma attenzione che L’Irlanda e’ un squadra difficile da affrontare che fa ragionare molto poco l’avversario ed pronta a ripartire sempre in velocità, mentre la Francia e’ apparsa fin qui determinata ed imprevedibile in attacco, con Payet e Griezmann ma un po’ disattenta in fase di non possesso palla.

Alle ore 18 a Lilla si sfideranno la Germania e la Slovacchia con i tedeschi che non hanno impressionato ma hanno pur sempre segnato 3 gol senza subirne e può dare molto fastidio alla difesa lenta della Slovacchia ma che però ha nei tre trequartisti Duda Hamsik e Weiss giocatori imprevedibili e pronti a colpire con giocate spettacolari, ricordiamo che la vincente di questo ottavo affronterà la vincente di Italia-Spagna.

Alle ore  21, la sorprendete Ungheria contro la qualità del Belgio a Tolosa, partita che ovviamente vede come grande favorita il Belgio che anche se fin ad ora non ha impressionato con un gioco abbastanza piatto e poco di squadra, ma è sempre una squadra pieno di talenti individuali clamorosi che potrebbe esplodere in qualsiasi momento, ma che potrebbe trovare parecchi problemi contro una squadra che viene sempre schierata con grande intelligenza dal CT Strock con 2 mediani come Nagy e Elek bravi a rubare palle e a far ripartire il gioco e con Klenheisler e Dzsudzsak che sono giocatori bravi a muoversi tra le linee e sono glaciali sottoporta, quidi occhio alle distrazioni.

Lunedì si chiude la tre giorni degli Ottavi di finale con per noi la partita più importante Italia-Spagna, appuntamento con gli azzurri alle 18, al Stade de France di Saint Denis, partita ovviamente complicata per gli azzurri, ma forse la Spagna e’ la squadra più adatta per le caratteristiche degli uomini portati da Antonio Conte in Francia, infatti la Spagna e’ ovviamente la squadra tecnicamente più dotata a centrocampo con Iniesta, Fabregas e Silva ma gioca un calcio a velocità relativamente bassa ed ha una difesa abbastanza lenta e quindi avendo unagara di sacrificio e contropiede potremmo fare una sorpresina agli Spagnoli.

Alle ore 21 a Nizza si chiudono le gare degli ottavi di finale l’Inghilterra ricca di talenti che sfiderà un’Islanda sì muscolare e quadrata, ma anche molto concreta  capace di sfruttare ogni minimo errore degli avversari, mentre l’Inghilterra potenzialmente e’ una delle favorite alla vittoria finale grazie ai grandi talenti offensivi come Vardy speriamo che giochi ancora dal primo minuto, Sturridge, Kane e  Alli ma ha un paio di problemi sbaglia molto sottoporta e con Rooney schierato a centrocampo gioca con un uomo in meno ed in porta c’è sempre un Hart che anche in questo europeo ha fatto vedere di non essere il portiere per una grande squadra troppi errori ed incertezze, speriamo che il mitico Mister Roy apporti modifiche allo schieramento altrimenti prevedo una brutta serata per gli inglesi altro che Brexit.

 

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter