Due Yamaha sul podio in Argentina con Vinales e Rossi, disastro per la Ducati e la Honda

Straordinari Vinales e Rossi in Argentina con loro Yamaha ufficiale, terzo Cal Crutchlow. Honda e Ducati fuori dalla gara

Maverick Vinales vince anche la seconda gara di questo campionato in sella alla sua nuovissima Yamaha. E’ stato il pilota più veloce in pista durante questo weekend sull’asciutto, sul bagnato di sabato ha avuto qualche problema. Partito in sesta posizione, ha recuperato quasi da subito per portarsi dietro a Marc Marquez e Cal Crutchlow. Stabilito il passo gara ha, superare Crutchlow è stato quasi d’obbligo, e la caduta di Marquez non ha fatto altro che rinforzare il dominio di Maverick. E’ rimasto davanti a tutti fino alla fine e ha tagliato il traguardo davanti al compagno di squadra e ad uno straordinario Cal Crutchlow.

Rossi festeggia la sua 350 esima gara con un meritatissimo secondo posto, costruito sorpasso dopo sorpasso. In casa Yamaha c’è aria di festa dopo il weekend disastroso di Rossi, e il podio di domenica. In prova Rossi non ha dato il meglio di se, e ieri sì è dovuto giocare la qualifica anche nella Q1. Ma la domenica per Rossi è un’altra storia. 223 podi su 350 gare, 75 giri veloci in Top Class, 88 vittorie  e 164 podi nella MotoGP e l’unico pilota ad aver vinto il mondiale in 4 classi differenti (125, 250, 500 e MotoGP).  Rossi è storia, quindi probabilmente un po’ ci si aspettava di ritrovarlo a giocarsi il podio in Argentina, nonostante i tempi in prova.


Terzo Cal Crutchlow, che ha giocato per il podio sin da inizio gara. Buon passo per Cal, che però ne aveva poco di meno rispetto a Vinales. In seconda posizione fino a pochi giri dalla fine, quando Valentino ha sferrato il suo attacco, che però non ha trovato risposta da parte di Cal.

Disastro per Ducati e Honda

Weekend da dimenticare per la Ducati, ma soprattutto per Jorge Lorenzo. Sembrava partito bene ma alla prima curva del primo giro un contatto con la Suzuki di Iannone ha fermato Jorge Lorenzo. Non è più riuscito a mettersi in pista Lorenzo, e la sua gara argentina è finita ancora prima di iniziare. Caduto anche Andrea  Dovizioso, sfortunato qui in Argentina. Se l’anno scorso è stato Iannone a tagliarlo fuori, quest’anno è stato Aleix Espargaro a buttare giù Dovizioso, che stava cercando di lottare per la quarta posizione assieme ad altri piloti. La Ducati chiude la seconda gara con entrambi i piloti fuori gara, e lo stesso accade in casa Honda. Prima Marquez, che cade nella curva numero 2, dopo 3 giri pazzeschi. A metà gara cade nella stessa curva di Marquez anche Dani Pedrosa, portando a quattro i big fuori gara in Argentina. Fuori anche Alex Rins e Sam Lowes.

Niente punti neanche in casa Suzuki, dopo la caduta di Rins e la gara disastrosa di Andrea Iannone, che è partito in anticipo. Ritorno ai box per Iannone, che ha subito una brutta penalizzazione e ha perso così la sua opportunità di giocare la sua prima gara, dopo la caduta in Qatar. 16esima posizione per Iannone, ultimo in classifica.

Classifica

  Pilota Moto Team Tempo
1. Maverick Vinales Yamaha Movistar Yamaha 41’45.060
2. Valentino Rossi Yamaha Movistar Yamaha +2.915
3. Cal Crutchlow Honda LCR Honda +3.754
4. Alvaro Bautista Ducati Pull&Bear Aspar Team +6.523
5. Johann Zarco Yamaha Monster  Tech 3 +15.504
6. Jonas Folger Yamaha Monster  Tech 3 +18.241
7. Danilo Petrucci Ducati OCTO Pramac Racing +20.046
8 Scott Redding Ducati OCTO Pramac Racing +25.480
9. Jack Miller Honda Marc VDS Racing Team +25.665
10. Karel Abraham Ducati Pull&Bear Aspar Team +26.403
11. Loris Baz Ducati Avintia Racing +26.952
12. Tito Rabat Honda Marc VDS Racing Team +41.875

About the Author

Ioana Tita
Sono Ioana, ho 27 anni e sono laureata in economia preso l'università degli studi di Torino. Amo il tennis e le due ruote, le serie tv e i gatti.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter