Delusione Inter: il Barcellona vince 2-1 a San Siro

I blaugrana, schierati da Valverde con una formazione sperimentale, passano in vantaggio al 23′ con Perez. L’Inter reagisce e pareggia prima dell’intervallo con Lukaku, poi nella ripresa lo stesso belga si divora la rete del sorpasso. All’86’ arriva la doccia gelata: Fati, appena entrato, trafigge Handanovic dal limite e condanna la squadra di Conte che chiude il Girone F al terzo posto

FORMAZIONI:

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; D’Ambrosio, Vecino, Brozovic, Valero, Biraghi; Lukaku, Martinez. All. Conte.

Barcellona (5-3-2): Neto; Wague, Todibo, Lenglet, Umtiti, Junior; Vidal, Rakitic, Alena; Griezmann, Perez. All. Valverde.

CRONACA:

Un’Inter molto sfortunata, che avrebbe sicuramente meritato di più e che invece, tra imprecisione, parate di Neto e goal annullati, si ritrova risucchiata in Europa League. Record di incassi a San Siro per l’attesissima sfida contro un Barcellona che, già qualificato, si presenta in campo senza Messi, Piquè, Suarez e con tanti giovani che però, sin da subito, dimostrano di voler vender cara la pelle. Dopo un goal clamorosamente fallito da Biraghi, è proprio il classe 1998 Carles Pérez a sbloccare il risultato al termine di un’azione insistita dei blaugrana sulla trequarti nerazzurra. Poco dopo, Lenglet si divora il 2-0, calciando fuori da favorevolissima posizione. L’Inter, scampato il pericolo e trascinata da un Lautaro scatenato, reagisce e dopo aver sfiorato il goal con lo stesso Lautaro e con D’Ambrosio, lo trova con una bella rasoiata di Lukaku, splendidamente assistito ancora dal ‘Toro’. Le squadre vanno così all’intervallo sul punteggio di 1-1, identico punteggio maturato nei primi 45 minuti a Dortmund e che qualifica virtualmente l’Inter.

Al 60′, però, lo sliding doors della serata: il Dortmund trova il goal del 2-1 con Brandt, l’Inter se lo divora con Lukaku che, tutto solo a tu per tu con Neto, calcia incredibilmente addosso all’ex portiere di Fiorentina e Juventus. Serve vincere per qualificarsi, l’Inter lo sa e insiste, offrendo il fianco alle ripartenze catalane: Lautaro sfiora un goal strepitoso, poi Neto para a terra su Lukaku e infine, tra il 74′ e l’80’ San Siro esplode due volte ma, tutte e due le volte, il guardalinee rovina la festa al popolo nerazzurro. In entrambi i casi Lautaro fa goal, ma in entrambi i casi c’è un fuorigioco a rovinare tutto, la prima volta dello stesso numero 10, la seconda volta di Lukaku. Nel finale arriva anche la beffa con il destro del giovanissimo Ansu Fati che, appena entrato, si toglie la soddisfazione di andare a segno alla Scala del Calcio e di regalare i 3 punti al Barcellona. Finisce tra gli applausi di San Siro che incoraggia i giocatori di Conte, delusi per la serata ma pur sempre al comando della classifica di Serie A.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter