David Gaudu vince sull’Alto de la Covatilla

David Gaudu ha vinto la 17a tappa de La Vuelta de Espana mentre Primoz Roglic si è aggrappato al suo comando generale per entrare nella fase finale della processione come leader della corsa. Richard Carapaz e Hugh Carthy hanno entrambi attaccato sulla salita finale, ma nessuno dei due è stato in grado di prendere abbastanza secondi da Roglic per staccare il ciclista della Jumbo-Visma

In una scalata finale mozzafiato della gara è stato Carthy a lanciare il primo grande attacco, ma è stato il ciclista della Ineos Carapaz a liberarsi di Roglic con un enorme spinta finale. Carthy, il cui attacco iniziale ha lasciato Roglic senza compagni di squadra dopo che Sepp Kuss si è staccato per lo sforzo, è stato in grado di distanziare Roglic circa 500 metri più dopo, ma non è stato in grado di ridurre significativamente il divario con Carapaz.

Roglic ha usato il compagno di squadra Lennard Hostede con buoni risultati dopo che il giovane olandese si è ritirato dalla fuga per assistere il suo leader della squadra, e questo sforzo, combinato con un generoso aiuto da parte di Enric Mas e Marc Soler, è stato sufficiente per salvare il titolo Vuelta di Roglic. Sia Carapaz che Roglic hanno scattato negli ultimi 100 metri dei rispettivi sforzi, dimostrando quanto entrambi i ciclisti credessero vicini alla gara.

La tappa è stata vinta dal pilota francese David Gaudu di Groupama-FDJ, seconda vittoria di tappa per 24enne alLa Vuelta. Faceva parte di una grande fuga di 34 persone che risaliva la strada dopo il 20 ° chilometro. Il compagno di squadra di Gaudu Bruno Armirail è stato determinante per prepararlo alla vittoria.

Gaudu ha attaccato dalla parte anteriore della fuga e ha raggiunto il traguardo in solitario, finendo davanti a Gino Mader e Ion Izagirre. David de la Cruz e la sua squadra dell’UAE Team Emirates sono riusciti a portare quattro corridori nella fuga originale, contribuendo a spingere lo spagnolo dal 10 ° al settimo posto assoluto. Anche Gaudu è salito in classifica con la sua impressionante vittoria. Roglic si era già assicurato un vantaggio sufficiente nella classifica a punti da garantire che la porterà a casa domenica a Madrid, mentre la classifica delle montagne è stata cucita all’inizio di questa settimana anche da Guillame Martin.

Enric Mas ha lottato duramente per cercare di rompere Roglic quando il primo attacco di Carthy non ha avuto successo, ma alla fine è finito proprio dove aveva iniziato la giornata, guidando la maglia bianca e quinto in classifica generale. Marc Soler non è riuscito a fuggire, inizialmente, ma è stato premiato con il premio per il pilota più combattivo dopo essere riuscito a superare il passaggio con un audace attacco fuori dal gruppo negli ultimi 50 km.

ORDINE D’ARRIVO:
1. David Gaudu Groupama-FDJ 4:54.32
2. Gino Mader NTT Pro Cycling +0.28
3. Ion Izagirre Astana Pro Team +1.05
4. David de la Cruz UAE Team Emirates +1.05
5. Mark Donovan Team Sunweb +1.53
6. Michael Storer Team Sunweb +1.53
7. Guillaume Martin Cofidis +2.23
8. Richard Carapaz Team Ineos +2.35
9. Hugh Carthy EF Pro Cycling +2.50
10. Primoz Roglic Team Jumbo-Visma +2.56

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter