Clamoroso al Mazza, la Spal stoppa la Juventus, 0-0 campionato riaperto?

Partita povera di emozioni, una Juventus visibilmente appannata fa fatica e riesce a strappare solo un punto contro una Spal coraggiosa che tiene testa ai bianconeri, e guadagnano un punto d’oro per la lotta alla salvezza, Napoli che domani può approfittare e ridurre il gap

FORMAZIONI:

Spal (3-5-2) Meret; Cionek,Vicari,Felipe;Lazzari,Grassi,Schaittarella,Kurtic,Costa; Antenucci, Paloschi; All. Semplici

Juventus (4-3-2-1) Buffon; De Sciglio, Rugani, Chiellini, Asamoah; Pjanic, Matuidi; Alex Sandro, Dybala, Douglas Costa; Higuain; All. Allegri

 

CRONACA:

Allo stadio Paolo Mazza di Ferrara si affrontano i biancoazzurri, padroni di casa, e i bianconeri allenati da Allegri. La SPAL è reduce dal buon pari esterno, per 1-1, sul campo del Sassuolo; la Juventus, invece, sta attraversando un momento di forma entusiasmante e ha sconfitto per 2-0, in casa, l’Atalanta nel recupero di mercoledì scorso.

Tutto confermato per la squadra di Semplici, mentre il tecnico livornese deve far fronte a due defezioni, a Khedira e Mandzukic, per questo risplolvera il 4-2-3-1 avanzando Alex Sandro a ridosso del Pipita Higuain.

Match insidioso Per i campioni d’Italia, che sono reduci da molti incontri ravvicinati, mentre i ferraresi hanno dalla loro l’ottimo ruolino di marcia contro le grandi in questa stagione e arrivano a questa partita con all’attivo tre risultati utili consecutivi,

Spal che aggredisce subito la partita, mettendo in serie difficoltà i bianconeri che nonostante il divario tecnico rispettano l’avversario e lo attendono per poi  aspettare il momento buono per colpirlo.

Decimo minuto di gioco infatti, è la vecchia signora che squilla per prima, con una solita fiammata di Douglas Costa che ne fa secchi due e libera Alex Sandro Al tiro in area, ma Vicari e monumentale, è in scivolata stoppa il brasiliano e devia il pallone sul palo che poi si spegne sul fondo, sul corner susseguente è Higuain a cvoncludere dal limite ma la sfera e facile preda di Meret.

Sei minuti dopo sono sempre i bianconeri a rendersi pericolosi con la Joya Dybala che da posizione defilata imbeccato dall’onnipresente Costa, prova la conclusione a giro ma il pallone va fuori di poco.

Nonostante cio’ sono i biancoazzurri a fare la partita,si difendono in modo ordinato e ripartono, al 29′ si affacciano per la prima volta in area avversaria e solo un intervento provvidenziale di Chiellini evita il peggio su un bel contropiede condotto da Antenucci che invano cercava di lanciare Paloschi a rete.

Le ulitme emozioni del primo tempo la offre sempre la Juventus prima, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, battuto da Pjanic serie di batti e ribatti ne approfitta il ghanese Asamoah ma la sciabolata da fuori area si spegne sul fondo, e poi su un calcio piazzato dalla mattonella preferita del numero 10 argentino, ma il pallone scende troppo tardi e sfiora l’incrocio.

Ripresa che si apre con i bianconeri alla ricerca disperata del gol, ci prova Douglas Costa, da posizione molto defilata, ma Meret e super e respinge evitando il corner,

Ferraresi comunque padroni del campo, che lasciano giocare il pallone ai bianconeri, senza rischiare particolari problemi, sembra quasi di vedere il contrario di quello che tutti si aspettavano, Spal attendista pronta a colpire al momento opportuno, la vecchia signora è in evidente debito di ossigeno dopo i moltii incontri ravvicinati appaiono molli e senza idee, Allegri prova a dare la scossa facendo entrare Mandzukic al posto di Asamoah, rischiando di giocare a 4 punte.

I bianconeri non riescono a trovare il bandolo della matassa, negli ultimi 10 minuti di match assediano l’area della Spal senza risultati, finisce 0-0 risultato clamoroso che riapre il campionato in attesa del Napoli di scena a Genova non e che forse gli uomini di Allegri hanno gia la testa verso Cr7? e company ai posteri l’ardua sentenza

 

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter