La Fiorentina fa e disfa: 2-2 con il Basilea

Bernardeschi non basta alla Fiorentina, raggiunta in 10 uomini dal Basilea.
Siamo pronti per la quinta giornata della fase a gironi di Europa League. Basilea-Fiorentina si prospetta una partita ricca di emozioni. La Fiorentina cerca i 3 punti che varrebbero l’aggancio in classifica al Basilea, tenendo d’occhio l’altra partita del gruppo I Lech Poznan-Belenenses con entrambe le squadre a quota 2 dietro alla Viola.
Entrambi gli allenatori scelgono il 4-3-3. Paulo Sousa manda in campo Sepe tra i pali, linea difensiva composta da Roncaglia, Rodríguez, Astori e Alonso; in mezzo al campo agiranno Vecino, Badelj e Valero; il tridente sarà composto da Bernardeschi, Kalinic e Ilicic.
Urs Fischer sceglie Vailati in porta, linea difensiva composta da Xhaka, Lang, Suchy e Safari; al centro del campo l’ex Pescara Bjarnason, Elneny e Zuffi; il gioiellino Embolo, Janko e Boetius formano il tridente offensivo.
Arbitra l’incontro lo slovacco Ivan Kruzilak.

Cronaca

Dopo appena 3’ di gioco Ilicic rientra sul sinistro e El Neny in scivolata commette fallo di mano, ma l’arbitro non ravvisa irregolarità. I viola mantengono il pallino del gioco e al 23’ trovano il vantaggio: su una palla persa da Boetius sulla trequarti, Borja Valero serve un assist pregevole a Bernardeschi che di sinistro infila la palla in rete. Qualche minuto dopo, Roncaglia colpisce con un’evidente gomitata il giovane Embolo: per il difensore argentino arriva il cartellino rosso diretto. Nonostante l’inferiorità numerica è ancora la Fiorentina che trova il raddoppio: al 36’, da un rinvio sbagliato del portiere svizzero, Kalinic serve molto bene il solito Bernardeschi che realizza la sua personale doppietta in terra svizzera. Prima della fine del tempo, Suchy mette dentro da pochi passi e permette al Basilea di rientrare in partita. Tuttavia, l’azione era partita da un colpo di testa di Embolo in fuorigioco.

La prima azione pericolosa del secondo tempo la regala Alonso, con una punizione che termina di poco al lato. Superata la metà del secondo tempo, il forcing del Basilea porta i suoi frutti e gli svizzeri ristabiliscono la parità grazie al destro di Elneny che batte Sepe dal limite dell’area sugli sviluppi di un corner. In Svizzera finisce 2-2: la Fiorentina rimane con l’amaro in bocca ma ancora in corsa per il passaggio al prossimo turno mentre il Basilea può festeggiare oggi la qualificazione.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter