Champions League di volley maschile

La Final Four di Champions League di volley si giocheranno a Roma

Tra martedi e giovedi si è giocato il terzo turno della champions league di volley maschile ma per Perugia e l’Italia la notizia piu importante è arrivata lunedi all’ora di pranzo quando è stata assegnata da parte della CEV l’organizzazione della final four di volley maschile della grande manifestazione continentale alla Sir Safety Perugia e che si svolgerà al PalaLottomatica a Roma il 28-29 aprile, battendo la concorrenza di Mosca e Varsavia. L’italia aveva ospitato l’ultima volta nel 2011 a Bolzano.

RISULTATI:
AZIMUT MODENA – S.C.M.”U” CRAIOVA 3-1
(24-26, 29-27, 25-18, 25-16)
Azimut MODENA: Vettori 17, Orduna 3, Ngapeth e. 23, Le roux 11, Cook 9, Piano 5, Ngapeth s. (L), Rossini (L), Massari 0, Onwuelo 0, Petric 11. N.E. Holt, Salsi. All. Piazza.
S.C.M.”U” CRAIOVA: Bartha 3, Suson 13, Stulenkov 8, Lica 16, Bala 12, Keller gil 4, Maries (L), Georgescu 0, Olteanu 2, Marciu 1, Ene 3, Todor 1. N.E. All. Pascu.
ARBITRI: Koiv, Isajlovic.

Inizia bene Craiova che piazza subito un pesante break scappando sul 2-8. Non si ferma la formazione campione di Romania che vince il primo set 24-26. Nel secondo parziale inizia bene Modena che grazie a un ottimo cambio palla va sull’11-8. Spinge forte l’Azimut che cambia marcia e va sul 18-16. Si arriva al 26-26. L’Azimut chiude il secondo set 29-27 e si porta sull’1-1. Parte come una furia Modena nel terzo set con Ngapeth che al servizio è devastante, Orduna e Rossini sono strepitosi e Modena va. Non si ferma un attimo la squadra di Piazza che prende il largo. L’Azimut vince il terzo set 25-18. Nel quarto parziale Modena ci mette un po’ a carburare, poi Petric e compagni prendono le redini del set e Modena e si porta sul 20-13. Modena chiude il set 25-16 ed il match 3-1, rimanendo in testa al girone D della Champions League.

SIR SICOMA COLUSSI PERUGIA – BELOGORIE BELGOROD 3-2
(11-25, 25-14, 31-29, 18-25, 15-13)
SIR SICOMA COLUSSI PERUGIA: De Cecco, Atanasijevic 25, Buti 1, Podrascanin 7, Berger 15, Zaytsev 6, Tosi (libero), Bari (libero), Russell 3, Birarelli 2, Mitic, Chernokozhev. N.e.: Della Lunga, Franceschini. All. Bernardi, vice all Fontana.
BELOGORIE BELGOROD: Poroshin 1, Zhigalov 9, Muserskiy 16, Smolyar 11, Khtey 10, Tetyukhin 8, Martynyuk (libero), Danilov 15, Bagrey 2, Iereshchenko 1, Fomenko. N.e.: Podlesnyhin. All. Kosarev, vice all. Bogomolov.
Arbitri: Stefan Bernstrom (SWE) – Ksenija Jurkovic (CRO)

Match di rara intensità e dalle mille emozioni in un gremito PalaEvangelisti con i Block Devils che, dopo una partenza shock nel primo set, trovano le giuste misure all’altissimo muro russo. Decide un tie break al cardiopalma e l’errore finale al servizio di Smolyar che fa partire la festa dei Sirmaniaci. Perugia si conferma prima nella Pool E
Parte male la Sir nel primo set con un parziale di 10-0 per la squadra ospite poi si riprende ma il set era già stato compromesso e lo perde. Nel secondo set Perugia parte alla grande e lo chiude con facilità invertendo la tendenza del primo. Il terzo set regna l’equilibrio punto a punto e dopo aver annullato diversi set point la Sir riesce a vincere il set. Il quarto set dopo un inizio in equilibrio prende il largo la squadra ospite e si capisce che si va verso il tie break. il quinto set molto equilibrato e compromesso sul 13-12 per Perugia da un cartellino rosso verso la panchina russa che offre alla Sir il match point che non spreca chiudendo la partita sul 15-12.

ASSECO RESOVIA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 0 – 3
(22-25,13-25 ; 14-25)
ASSECO RESOVIA: Nowakowski 2, Jaeschk 1e, Lemanski 1, Perrin 3, Tichacek 1, Ivovic 2, Rossard 8, Schops, Drzyzga, Schmitt 10, Maslowski (l), Mozdzonek 3, Wojtaszek (l), Winters 1. All. Kowal.
CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 14, Candellaro 5, Pesaresi (l) n.e., Kaliberda n.e., Juantorena 14, Casadei n.e., Stankovic 9, Kovar 10, Christenson 3, Cester n.e., Grebennikov (l), Corvetta n.e., Cebulj. All. Blengini.
ARBITRI: Rodriguez Jativa (Spa); Ovuka (Bosnia).

Una super Lube lascia le briciole al Resovia e conquista una grande vittoria in Polonia travolgendo l’Asseco con una gara ai limiti della perfezione. Gira tutto al massimo per gli uomini di Blengini che mettono sin dai primi punti le mani sulla partita, grazie ad un servizio devastante (11 ace), 7 muri e altissime percentuali di attacco senza mai calare di livello in tutto il match (64%).
Top scorer biancorossi Sokolov e Juantorena con 14 punti, grande prestazione anche per Kovar con il 64% in attacco, ma tutti gli uomini scesi in campo stasera hanno girato con cifre molto alte, gestiti magistralmente da Christenson.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter