Champions l’Atletico elimina il Barca e il Bayern elimina un grande Benfica

Due bellissimi quarti di finale di Champions ieri sera l’Atletico Madrid del grandissimo Cholo Simeone eliminano il grande Barcellona, rimane certo una macchia sull’arbitro Rizzoli che non fischia un rigore evidentissimo al 91′ per il Barcellona e qualificazione anche per Bayern Monaco che elimina un grandissimo Benfica.

Champions League: Atletico Madrid – Barcellona 2-0 (Andata 1-2)

Al 36′ e al 87′ Griezmann

Grande partita tra Atletico Madrid e Barcellona con i ragazzi di Simeone che annichiliscono il Barcellona con pressing e giocate perfette in velocità con Carrasco in coppia in attacco assieme a  Griezmann ed e’ proprio l’attaccante francese a segnare al 36′ il gol del vantaggio sfruttando un cross perfetto di Saul, il Barcellona non è pervenuto al Vincente Calderon grazie al grande lavoro del centrocampo dell’Atletico, nel secondo tempo il copione non cambia con Saul che colpisce di testa la traversa, il Barcellona si rende pericoloso con qualche azione sporadica con Dani Alves e Suarez ma al 87′ Griezmann raddoppio grazie ad un rigore fischiato giustamente da Rizzoli per un fallo di mano di Iniesta e al 91′ mano netta al limite dell’area di rigore di Gabi con Rizzoli che fischia solo la punizione dal limite e partita che si conclude con il meritatissimo passaggio del turno per Atletico Madrid che ha giocato meglio nelle due partite.

Benfica – Bayern Monaco 2-2 (andata 0-1)

Al 27′ Raul Jimenez (Benfica), al 38′ Vidal (Bayern), al 52′ Müller (Bayern), al 76′ Talisca (Benfica)

Grande partita dopo quella di andata del Benfica che gioca senza paura contro la corazzata tedesca e segna al 27′ il gol del vantaggio con Raul Jimenz grande attaccante messicano che sfiora anche il secondo in un paio di occasioni, il Bayern però sfrutta meglio le palle inattive e la maggiore prestanza fisica e si porta in vantaggio grazie ai gol di Vidal e Müller, al 68′ entra in campo per il Benfica Talisca grande centrocampista offensivo brasiliano che al 76′ segna il gol su punizione del pareggio e sfiora il gol della vittoria pochi minuti dopo e mette molto in difficoltà la difesa del Bayern.

Sicuramente ieri sera abbiamo avuto la conferma che per fare grande calcio non c’è bisogno di avere sempre grandi nomi, ma di avere coraggio e grandi idee e puntare su giovani di valore e’ sempre la scelta giusta.

 

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter