CARTELLINO VERDE ARRIVA: SERVIRA’?

Hand holding up a yellow card --- Image by © Royalty-Free/Corbis

Già da stasera, per la ripresa del campionato di serie B, è prevista la prima novità dell’anno: il cartellino verde. Che verrà virtualmente sventolato sotto il naso del giocatore più corretto della partita. Servirà a calmare i bollenti spiriti di un torneo notoriamente “maschio”?

L’iniziativa è bella, lodevole, innovativa: da stasera, alla ripresa del campionato di serie B, inizia l’era del cartellino verde. Proprio così: non solo gialli, non solo rossi, ma anche verdi. Se il giallo vale per l’ammonizione e il rosso per l’espulsione, il cartellino verde premierà il giocatore più corretto di ogni partita, protagonista di una gara di esemplare correttezza, oppure di un gesto di significativo fair-play (tipo confessare all’arbitro di essersi buttato, invece di pretendere un inesistente calcio di rigore).

L’idea, lo ripetiamo, è splendida: poi, naturalmente, bisognerà vedere l’attuazione pratica della stessa. Non abbiamo ancora capito, ad esempio, se a fine gara ci sarà una vera e propria premiazione del giocatore più corretto (chi lo decide? l’arbitro? cosa vince il premiato? Un instant-interview?), ma credo che sarebbe proprio bello far vedere il cartellino verde, anche bello grande, di dimensioni maggiori rispetto al solito, a tutto il pubblico.

Ma il pubblico, specie dopo una sconfitta, avrà voglia di vedere questa premiazione e applaudire la correttezza di un giocatore che potrebbe essere stato di una squadra diversa da quella del cuore? Sono dubbi legittimi, i nostri, visto che conosciamo la scarsissima sportività del pubblico italiano (e anche di certi giornalisti, no?).

In ogni caso, vale la pena provare. Così come fu un bellissimo esperimento quello del Terzo Tempo (ve lo ricordate?), inventato e inaugurato qualche anno fa dalla Fiorentina dei Della Valle, ripetuto per un paio di settimane (le squadre si stringevano la mano anche a fine partita, comunque fosse andata…), ma arenatasi davanti all’indifferenza delle istituzioni e delle altre società e, soprattutto, davanti ai primi risultati negativi, che non inducono certo a questi gesti di fair play.

Dunque, a meno di clamorose inversioni di tendenza, temo che anche il cartellino verde sarà un esperimento di breve durata e di modesto effetto, ma spero sempre di sbagliarmi. Merito, comunque, alla Lega di serie B di averci almeno provato.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter