Canoa slalom: arriva ottava la nostra Stefanie Horn

Quell’errore alla penultima porta, non ha per fortuna inciso sul risultato di Stefanie Horn, che termina in ottava posizione  la finale dell’azzurra che replica il risultato ottenuto ad Atene 2004 da Maria Cristina Giai Pron.

Una buona gara, macchiata da quel tocco di palina senza il quale avrebbe concluso due posizioni più avanti. Nessun rimpianto dunque per Stefanie, brava a trovare quella continuità mancata spesso in passato.

Non ha sbagliato nulla invece Maialen Chourraut. Bronzo a Londra 2012, la 33enne spagnola si migliora a Rio raggiungendo il traguardo più ambito. 98.65 il tempo dell’iberica, unica a scendere sotto il muro dei 100 secondi. Targati Oceania invece il secondo e il terzo gradino del podio. Bravissima la neozelandese Luuka Jones che con il suo 101.82 fa meglio del’australiana Jessica Fox. Quest’ultima, al traguardo davanti alla kiwi, è stata poi retrocessa per un tocco alla porta numero 22. A mani vuote nel’ordine la slovacca Jana Dukatova (anche lei con due errori), l’austriaca Corinna Kuhnle (+4) e la britannica Fiona Pennie (+4).

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter