Campionato Italiano grande vittoria della Fortitudo Bologna che batte a domicilio i Pirati di Rimini e si porta in vantaggio nella serie per 2-1

Pirati Rimini – Fortitudo Bologna 4-5 serie sul 1-2

La Fortitudo Bologna vince gara 3 delle Italian Baseball Series sul diamante dei Pirati e si porta in vantaggio 2-1. Quella tra i campioni d’Italia in carica del Rimini e Bologna è una maratona che i felsinei fanno propria amministrando non senza difficoltà il vantaggio iniziale di 5-1 frutto dei fuoricampo di Alex Sambucci (da 3 punti al primo inning) e Ronny Cedeño (da 2 punti al quinto). Costruisce lentamente i propri punti, il Rimini, ma la sua rimonta si ferma a un passo dal pareggio.

Nella formazione della Unipol-Sai Bologna c’è Fuzzi lead-off (in terza base in difesa), per sostituire lo squalificato Infante, Cedeño (interbase), Liverziani (esterno destro), Marval (dh come in gara 1), Sambucci (prima base) che si alza al quinto spot del line-up, Ambrosino (esterno centro), Vaglio (in seconda base), Russo (all’esterno destro) e Sabbatani (a ricevere i lanci di Searle).

Primo Inning a dir poco complicato per i Pirati che, con Escalona in pedana e Sarafim de Camargo a ricevere, fanno battere 2 volate all’esterno destro a Fuzzi (in zona di foul) e Cedeño e, dopo aver messo in base Liverziani (colpito), concedono un doppio a Marval e vanno sotto 3-0 sul primo giro di mazza di Alex Sambucci: dritta in mezzo al piatto, quella che ogni battitore vorrebbe vedere con uomini in base e fuoricampo da 3 punti.

Al cambio campo Rimini si presenta con Desimoni (che in difesa occupa il ruolo di esterno centro), Retrosi (esterno sinistro), Flores (interbase), Mayora (in prima), Ramos (battitore designato), Serafim de Camargo (catcher), Zappone (seconda base), Caradonna (esterno destro) e Di Fabio (terza base).

Non parte benissimo nemmeno l’australiano Searle, che concede la prima base a Desimoni, ma con la battuta in doppio gioco (non completato) di Retrosi riesce subito a far sì che la difesa confezioni la prima eliminazione di Desimoni in seconda, poi è Sabbatani a eliminare Retrosi sul tentativo di rubata e, dopo una bella linea a destra di Flores che Vaglio non riesce a fermare, pur tuffandosi, ci pensa Mayora a mettere Rimini nelle condizioni di avere un corridore in posizione punto: Flores infatti, sulla linea che Mayora (su conto pieno) disegna sopra la testa di Vaglio, corre fino in terza. Jairo Ramos (K), però, non riesce a imitare Sambucci, finisce al piatto e Bologna rimane avanti.

Nel secondo attacco Bologna va a vuoto, pur trovandosi in situazione di prima (Fuzzi) e seconda (Vaglio) occupate, dopo aver limato 2 basi ball: la battuta in diamante di Cedeño è ben controllata da Flores e la squadra di Frignani rimane avanti 3-0.

Ci pensano Lino Zappone (duro legno a sinistra per un doppio con Serafim de Camargo, in base con 4 ball, che arriva in terza) e Di Fabio (rimbalzante in diamante con eliminazione in prima per il punto di Camargo) ad accendere il tabellone dei punti riminesi (anche se solo virtualmente, visto il malfunzionamento di quello reale); in conclusione di secondo inning, però, Rimini sale solo a quota un punto, perché prima del turno di Di Fabio, Caradonna era stato eliminato al piatto, guardando il terzo strike e la rimbalzante di Desimoni, infine, è facile preda del guanto di Vaglio.

Esce bene dal terzo attacco bolognese, Escalona: dopo aver subito una valida a sinistra di Liverziani, ottiene un K su Marval e, successivamente, con conto pieno, sul tentativo di rubata di Liverziani, ottiene il secondo strike-out consecutivo (Sambucci) e con l’assistenza di Camargo per Flores, fa fuori anche lo stesso Liverziani.

Base ball a Retrosi, valida a sinistra di Flores: così inizia il terzo attacco del Rimini, che vale anche la prima visita in pedana a Searle; con corridori agli angoli Mayora batte in doppio gioco e consegna a Jairo Ramos una situazione molto più complicata, aiutando tantissimo il pitcher australiano del Bologna che, per la seconda volta consecutiva, in questo caso con una linea in bocca a Liverziani, è il terzo out.

Ambrosino base-ball, Vaglio bunt di sacrificio, Russo e Sabbatani strike-out, sono la facile quarta difesa del Rimini. Anche Bologna, dal canto suo, rimane per un tempo limitato in difesa nel quarto inning: Camargo è eliminato in prima da assistenza di Fuzzi, Zappone va al piatto e Di Fabio, dopo un chopper (sulla terza) valido di Caradonna, è il secondo K consecutivo di Searle.

Al quinto, però, Escalona subisce altri 2 punti. È una curva rimasta alta a costargli il secondo fuoricampo della serata: dopo aver concesso base ball a Fuzzi, Cedeño si avventa sul lancio ad effetto e la spedisce fuori al centro per il momentaneo 5-1. Dopo 2 volate di Liverziani e Marval, che la difesa riminese controlla agevolmente, Muñoz decide che è arrivata termine la partita di Escalona (4.2 riprese, 4 valide, 5 punti, tutti guadagnati, 4 basi ball e 5 k) e lo rileva con Padron, che esce dalla ripresa concedendo base ball a Sambucci e facendo battere Ambrosino in diamante.

Rimini accorcia le distanze (2-5) nella parte bassa della quinta ripresa, grazie a Retrosi che, in base su errore di Flores, segna su valida a sinistra di Jairo Ramos. Nel frattempo è giunta a termine anche la partita di Searle che, dopo aver eliminato Desimoni, con Retrosi in base, concede una base ball a Flores ed è stato rilevato da Rivero. Il nuovo pitcher apre facendo battere una volata a sinistra a Mayora, ma successivamente subisce appunto la valida di Ramos.

Il sesto inning e la parte alta del settimo scivolano via velocemente, senza troppi patemi d’animo per le difese, ma è nella parte bassa della settima ripresa che il pubblico riminese si scalda e comincia a credere che la rimonta possa concretizzarsi, anche se si ferma sul 4-5. Segnano Stefano Desimoni e Josè Flores: il primo raggiunge il cuscino di prima su base ball e avanza in seconda su errore difensivo di Alessandro Vaglio, che consente allo stesso Flores di arrivare salvo; con prima e seconda occupate Daniel Mayora pesca un paio di lanci bassi di Rivero, ma poi schianta un potente doppio contro il muro a sinistra (per pochi centimetri non è fuoricampo) e spinge a casa Desimoni; si ferma in terza Flores, che poi segna su una rimbalzante lungolinea di Ramos (eliminato da Sambucci); il K di Rivero su Serafim de Camargo tiene Bologna avanti di un punto.

A inizio ottavo diventa il momento di Darwin Cubillan, che si libera agevolmente, con 3 K back-to-back-to-back di Marval, Sambucci e Ambrosino. Di contro il Rimini, nella parte bassa della medesima ripresa va vicinissimo al pareggio. La squadra di Muñoz apre con un arrivo in base di Zappone contestatissimo dallo staff del Bologna (assistenza Sambucci-Rivero), tanto che costa l’espulsione al manager Frignani; poi Caradonna è eliminato al piatto; entra Bertagnon come pinch-hitter al posto di Di Fabio (in terza poi andrà Mayora, con Caradonna in prima e Celli all’esterno destro) ed è valida; con Zappone in seconda e Celli a correre in prima, una rimbalzante su Rivero di Desimoni fa avanzare gli uomini di una base, ma è il secondo out. Con 2 corridori in posizione punto Retrosi non riesce a ottenere la valida, batte su Vaglio che assiste e Rimini rimane ancora sotto di 1.

Cubillan è ancora velocissimo a sbarazzarsi di Vaglio, Grimaudo (pinch-hitter per Russo) e Sabbatani e poi tocca a Rivero difendere il punto di vantaggio: vi riesce facendo battere una rimbalzante su Vaglio a Flores, una linea dentro il guanto Fuzzi a Mayora, ma in questo caso è stato bravissimo il terza base bolognese nella reattività e nel tuffo sulla sua destra, subendo una valida al centro da Ramos, e facendo battere una rimbalzante su Cedeño a Serafim de Camargo. Una chiusura comunque palpita, visto che Cedeño non trattiene, ma riesce comunque a effettuare l’eliminazione dell’accorrente Ramos in seconda.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter