Campionato Europeo di Calcio Girone F

Infine il girone F con Portogallo, Islanda, Austria e Ungheria, a parte i lusitani le altre tre squadre sono realtà in continua e costante crescita che potrebbero stupire nel corso del torneo.

PORTOGALLO

Probabile formazione (4-3-3):

Rui Patricio

Cedric – B.Alves – Pepe – Guerreiro

Danilo – Joao Mario – Moutinho

Nani – C.Ronaldo – Adrien Silva

CT Fernando Santos

Ballottaggi:

Soares-Vierinha 55%-45%

Pepe-B.Alves-J.Fonte 90%-70%-40% per due maglie

W.Carvalho-Andrè Gomes 55%-45%

Qualche infortunio e qualche rinuncia, ma il 4-3-3 di Fernando Santos rimane la base tattica sulla quale si cercherà di massimizzare l’enorme potenziale di Cristiano Ronaldo. Sull’out destro Soares e Vierinha partono alla pari, mentre al centro sono in tre uomini a giocarsi due maglie con Pepe che dovrebbe essere affiancato da Bruno Alves più che da Josè Fonte. A centrocampo spinge forte su William Carvalho il talento emergente di Andrè Gomes. Davanti c’è sempre l’opzione del centravanti puro Eder, in tal caso fuori Joao Mario con Nani a destra e Ronaldo a sinistra. Guerreiro, Adrien Silva, Rafa Silva, il giovanissimo Renato Sanches e il “trivela” Quaresma potrebbero essere chiamati in causa ed avere la propria occasione.

Cristiano Ronaldo è forse la stella assoluta della manifestazione, ma il contesto portoghese non è alla sua altezza. Ancora validi gli esperti Pepe, Moutinho e Nani, ma attenzione alle grandi qualità’ Joao Mario e Andre’  Gomes e all’attaccante 18enne del Benfica Renato Sanches

AUSTRIA

Probabile formazione (4-2-3-1):

Almer

Klein – Dragovic – Hinteregger – Fuchs

Baumgartlinger – Alaba

Harnik – Januzovic – Arnautovic

Janko

CT Marcel Koller

Quella di Marcel Koller è forse la migliore nazionale austriaca dell’ultimo trentennio. Gruppo solidissimo ed affiatato religiosamente schierato con il 4-2-3-1 e i medesimi interpreti. Dalla panchina il principale indiziato ad inserirsi a partita in corso è Sabitzer. Altri gregari utili alla causa Prodl, Ilsanker, Oktie e il centrocampista Schopf.

Alaba del Bayern (che in nazionale gioca a centrocampo) è senza dubbio il giocatore più conosciuto. Ma la qualità media è più che buona sia in avanti che in difesa dove giganteggia la coppia Dragovic-Hinteregger. Ottimo anche il terzino Fuchs e occhio all’attaccante del Lipsia Sabitzer che giocare sia da prima punta che da esterno di attacco.

ISLANDA

Probabile formazione (4-4-2):

Halldorsson

Saevarsson – R.Sigurdsson – Arnason – Skulason

Gudmundsson – Gunnarson – G.Sigurdsson – B.Bjarnason

Sigthorsson – Bodvarsson

CT Lars Lagerbaeck

Ballottaggi:

Halldorsson-Kristinsson 55%-45%

Bodvarsson-Finnbogason 55%-45%

Lo svedese Lagerback porta all’Europeo l’Islanda con un solido e coperto 4-4-2. Il gruppo è quello che si è guadagnato la qualificazione sul campo, unici dubbi di formazione tra i pali con Halldorsson favorito e in attacco dove l’alternanza tra Bodvarsson e Finnbogason è un’abitudine. Dalla panchina pronti all’uso Ingason,  Hallfredsson, Trustason, Sigurjonssen e la vecchia volpe Eidur Gudjohnsen

Senza ombra di dubbio l’uomo più rappresentativo è il fantasista dello Swansea Gylfi Sigurdsson. Il centravanti Sigthorsson viene da un annata buia al Nantes ma in nazionale timbra il cartellino spesso e volentieri e da tenere d’occhio centrocampista offensivo Trustason

UNGHERIA

Probabile formazione (4-2-3-1):

Kiraly

Fiola – Lang – Guzmics – Kadar

Gera – Nagy

Dzsudzsak – Kleinheisler – Nemeth

Szalai

CT Macel Koller

Ballottaggi:

Lang-Juhasz 65%-35%

Elek-Nagy 55%-45%

Szalai-Nikolics 65%-35%

L’impianto di gioco dei Magiari è il 4-2-3-1 (più rara la variante 4-4-2). Il centrale di difesa Lang è leggero vantaggio sull’esperto Juhasz, Nagy  dovrebbe essere l’alternativa ad  Elec così come Nikolics è indietro a Szalai. Lovrencsics è l’alternativa più difensiva a Nemeth.

Squadra interessante l’Ungheria ma che dovrebbe essere inferiore di qualità rispetto ad Austria ed Islanda. In porta c’è ancora il 40enne Gabor Kyraly, da tenere d’occhio Kleinheisler (1994) centrocampista esterno del Werder Brema, Nagy (1995) gran centrocampista del Ferencvaros.

Girone F come abbiamo già detto il girone dovrebbe essere vinto dal Portogallo con l’Islanda leggermente favorita sull’Austria con l’Ungheria pronta a sorprendere, in ogni caso un giorone molto interessante con giocatori poco noti al grande pubblico ma potenzialmente molto forti.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter