Camerun-Ghana: 2-0

FORMAZIONI:

Camerun (4-3-3): Ondoa; Fai, Teikeu, Ngadeu Ngadjui, Oyongo; Siani, Moukandjo, Djoum; Bassogog, Tambe, Zoua. All. Broos.

Ghana (4-3-3): Razak; Afful, Boye, Amartey, Acheampong; Atsu, Acquah, Wakaso; Thomas, Ayew, Ayew. All. Grant.

CRONACA:

Il Camerun stacca il biglietto per la finale di Coppa d’Africa: battuto il Ghana per due a zero. Netta superiorità da parte della selezione di Hugo Broos rispetto a quella di Avram Grant. Decisive le reti di Ngadeu-Ngadjui e di Bassogog. Sarà la terza finale della storia tra Egitto e Camerun, le prime due vinte sempre dagli egiziani. Al contrario di quanto fatto vedere fino a questo punto del torneo, il Ghana parte male e comincia a poco a poco a subire il gioco del Camerun. I ‘Leoni indomabili’, che di solito si sono sempre affidati ad una rocciosa difesa e al contropiede, mettono in mostra un gradevole gioco. Arrivano addirittura due occasioni nitide nei primi dieci minuti: la prima salvata sulla linea di porta da un difensore del Ghana, la seconda respinta da Razak. Il Camerun non riesce a concretizzare la superiorità ed il Ghana ha il tempo di entrare in partita e collezionare qualche palla-goal degna di nota.

Il primo tempo si chiude in pareggio, mentre il secondo si apre con le due squadre molto allungate, con la voglia di non arrivare fino ai tempi supplementari o, peggio, ai rigori. E’ il Camerun a sbloccare meritatamente la sfida, con un calcio piazzato: sul traversone dalla destra, Razak ed un difensore non si intendono, la palla arriva a Ngadeu-Ngadjui, che ferma il pallone e lo spedisce in fondo al sacco. Il Ghana è colpito nell’orgoglio. Avram Grant getta nella mischia il senatore Asamoah Gyan, che non è al meglio. Ma non serve a nulla. Anzi, mentre loro sono tutti in attacco, il Camerun trova addirittura il raddoppio in contrpiede, con la cavalcata solitaria di Bassogog: il suo poi è un tocco di esterno sinistro che ha il sapore della finale.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter