Caleb Ewan vola a Pesaro

Niente da fare per Elia Viviani che non riesce a rimontare su Caleb Ewan sul traguardo di Pesaro: per l’australiano è il secondo successo in carriera al Giro. Pascal Ackermann si piazza al 3° posto. Niente scossone nella generale, anche perché era stato neutralizzato il tempo ai -3 km dall’arrivo: Valerio Conti resta quindi in rosa

Pronti, via e parte la classica fuga di giornata con Marco Frapporti, Damiano Cima e Nathan Brown all’attacco. I tre accumulano un vantaggio massimo di 5’30’’ sul gruppo maglia rosa, ma Brown abbandona la compagnia prima del primo traguardo volante di giornata, quello di Senigallia con Démare ad anticipare Ackermann nella volata per il 3° posto. Il finale, però, fa paura: le squadre e i corridori chiedono di neutralizzare il tempo per gli ultimi 6 km: la giuria dei commissari viene incontro, neutralizzando gli ultimi 3 km dopo la ‘discesa tecnica’ di Pesaro.

Ai -38,5 km Cima viene riassorbito dal gruppo, mentre parte all’attacco Giulio Ciccone per prendersi i punti dei GPM. Il gruppo torna compatto ai -31,1 km, ma parte nuovamente Ciccone che, insieme a Vervaeke e Bidard, cerca di fare la differenza nel tratto in discesa. I tre però non riescono ad andar lontano, con il gruppo che rimonta ancora ai -6,6 km dall’arrivo.

La Quick Step fa l’andatura in testa al gruppo, ma Ackermann prova ad anticipare la volata. È Caleb Ewan, però, ad avere più gamba, con l’australiano che riesce a difendersi dal tentativo di rimonta di Elia Viviani che resta all’asciutto dopo una settimana di Giro. 3° Ackermann che resta in ciclamino, poi si piazzano Sabatini, Belletti e Démare.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Caleb Ewan Lotto-Soudal 5:43.32
2. Elia Viviani Deceuninck-Quick Step +0.00
3. Pascal Ackermann Bora-Hansgrohe +0.00
4. Fabio Sabatini Deceuninck-Quick Step +0.00
5. Manuel Belletti Androni Giocattoli-Sidermec +0.00
6. Arnaud Demare Groupama-FDJ +0.00
7. Davide Cimolai Israel Cycling Academy +0.00
8. Marco Canola Nippo-Vini Fantini +0.00
9. Giacomo Nizzolo Team Dimension Data +0.00
10. Rudiger Selig Bora-Hansgrohe +0.00

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter