Rimonta per il Cagliari: 4-3 con il Sassuolo

Sotto per 3-1 nella ripresa, il Cagliari risorge dalla ceneri e grazie alla premiata ditta Borriello-Farias regola il Sassuolo al Sant’Elia imponendosi per 4-3 e guadagna tre punti fondamentali in chiave salvezza. Sassuolo in dieci uomini dal minuto 34: Pellegrini fa un gran gol ma dopo un minuto si fa buttar fuori per un’entrata a piedi uniti ai danni di Di Gennaro.

FORMAZIONI:

CAGLIARI (4-3-1-2): Rafael; Pisacane, Salamon, Bruno Alves, Capuano; Dessena, Di Gennaro, Padoin; Barella; Sau, Farias. All. Rastelli.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Antei, Acerbi, Peluso; Mazzitelli, Sensi, Pellegrini; Adjapong, Defrel, Ragusa. All. Di Francesco

CRONACA:

Rastelli decide di rivoluzionare la squadra con  Storari, Ceppitelli, Tachtsidis e Borriello in panca e sono scelte che fanno molto rumore.

Si parte a ritmi bassi, Celi sventola il giallo a Ragusa, per una  gomitata su Barella, il primo brivido al 4′: Consigli esce in presa alta, il pallone gli sfugge, il Cagliari non ne approfitta,  il Sassuolo ci prova all’11’ con Defrel che impegna Rafael in due tempi.

Il vantaggio porta la firma di Sau, quarto gol stagionale, calcio d’angolo di Di Gennaro, Salamon spizza, Sau, prima impegna Consigli, poi ribatte in rete,  Rastelli chiede la linea difensiva alta, il Sassuolo fa girare la palla cercando di trovare un varco, ma  è Di Gennaro a prendere in mano le redini della partita.

Alla mezzora il pareggio, Adjapong, viene servito da Mazzitelli, che segna con una giocata  da fantacalcio, al 33′ Pellegrini, segna il gol del 2-1 Sassuolo con una staffilata di destro, ma neanche  un minuto il Sassuolo rimane in dieci, Pellegrini entra a forbice su Di Gennaro, “rosso” diretto giustissimo.

Intanto, Rastelli vista la superiorità numerica fa entrare Borriello al posto di Dessena al 40′ ed il capitano rossoblu reagisce molto male, ed esce dal campo senza passare dalla panca, lancia per terra la fascia e dà un calcio ai tabelloni pubblicitari.

Nel secondo tempo il Cagliari va all’attacco nella ripresa, la trincea del Sassuolo è ordinata e solida, Borriello svaria, cercando di allargare il campo, ma al 12′ arriva improvvisamente un colpo di scena Pisacane strattona Ragusa in area e Celi non ha dubbi ed indica il dischetto del rigore con  Acerbi che trasforma il rigore e segna il gol 3-1 Sassolo.

Il S. Elia entra nello sconforto, ma grazie alla volata di Farias, Borriello colpisce di destro e batte Consigli per il 2-3 , al 21′ entra Joao Pedro, per  Pisacane, il Cagliari aumenta la pressione e al 28′ arriva il 3-3, Farias scarica il suo destro, la deviazione di un difensore inganna Consigli.

Il Cagliari capisce di avere in mano la partita, sempre con  Farias che punisce il Sassuolo con una sassata da 25 metri, 4-3 e terzo gol per lui in stagione.

Il Cagliari vola a quota 23 e vince la settima partita in casa, si tiene a +13 dal terzultimo posto e Rastelli può mangiare il panettone con tranquillità, mentre per il Sassuolo non rimane che recuperare i 9 infortunati ed un po’ di fortuna, ma certamente dovrà essere un girone di ritorno più convincente ed essere usciti dall’ Europa  League potrà aiutare e non poco.

 

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter