BUONA ROMA MA VINCE IL REAL

Ottavo di Champions allo stadio Olimpico vede di scena la Roma al cospetto dei Galatticos del Real Madrid. La Roma parte con Dzeko inaspettatamente in panchina ed  un attacco senza punti di riferimento.

La partita inizia con la Roma molto chiusa ed attenta al tridente stellare del Real e pronta a ripartire molto velocemente con Salah, Perotti ed El Shaarawy. È proprio il faraone che al 17′ non riesce a concludere una delle ripartenze velocissime dei giallorossi. Al 29′ il Real con una buona circolazione di palla arriva alla conclusione con Manolas che si immola contrastando il tiro. Ancora Real al 33′ con un tiro di prima intenzione che spaventa il pubblico dell’Olimpico e finisce fuori al lato. Dopo un momento in cui il Real ha schiacciato i giallorossi, ecco che negli ultimi 10 minuti della prima frazione la squadra capitolina crea altre occasioni; al 35′ dopo un lungo possesso palla culminato con un azione di Perotti che, a nostro avviso poteva concludere in porta, decide di servire un compagno ed ottenere così un calcio d’angolo.

Al 44′ grande occasione per la Roma con El Shaarawy che lanciato sulla fascia sinistra, al momento della conclusione, viene contrastato da Varane con palla in calcio d’angolo. Secondo tempo che parte subito con un’occasione per la Roma con Rudiger che viene pescato solo in area ma lo stop di petto non è dei migliori. Al 9′ altra occasione per i giallorossi con El Shaarawy che stoppa a seguire uno splendido lancio di Florenzi e viene fermato dal portiere in uscita con un intervento dubbio.

Nel momento migliore della squadra di Spalletti ecco il vantaggio del Real con il gol di Ronaldo che, puntando Florenzi, va alla conclusione leggermente deviata dal giallorosso si insacca sotto la traversa. Dopo il gol dei merengues inizia il valzer delle occasioni della Roma non concretizzate, si inizia con Salah al 21′ poi sempre l’egiziano al 26′ che dopo uno splendido allungo mette al centro per Dzeko anticipato dal difensore madridista. Al 27′ gran tiro fuori di pochissimo di Vainqueur, al 28′ spunto di Ronaldo che, pescato nell’aria piccola, non concretizza di testa. Poi ancora Roma con l’occasione per Dzeko al 33′ che defilato calcia al lato.

Un minuto dopo la Roma protesta per un evidente rigore non concesso a Florenzi su fallo di Carvajal; al 36′ arriva la doccia fredda con il gol di Jesé che è stato lasciato avanzare troppo da Digne e, una volta entrato in area, sferra un tiro forte e preciso sul palo opposto con Szczesny battuto. Dopo il 2-0 la Roma non ha mollato ma ormai era dura rimettere in piedi la gara. È stata comunque una bella Roma e il risultato, ingiusto, non rispecchia l’andamento della partita. Per il ritorno servirà un’impresa per Spalletti e i suoi ma oggi si è vista una Roma determinata ma poco cinica. Da segnalare il pubblico delle grandi occasioni ma forse troppo silenzioso per la gara e la forza che può trasmettere in queste occasioni.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter