Una buona Olimpia Milano non basta per superare lo Zalgiris, che vince 77-65

Positivo primo tempo dell’Olimpia Milano, chiuso avanti grazie anche alle basse percentuali al tiro degli avversari. Poi vengono fuori le maggiori motivazioni del zalgiris Kaunas, che scappa nel finale ed è a un passo dalla certezza della seconda fase, che manca da 19 stagioni.

Lo Zalgiris è già in fuga dopo metà primo quarto: 9-2 con tutto un altro ritmo rispetto all’Olimpia. Pianigiani si affida agli ormai soliti primi cinque” con Cinciarini affiancato a Goudelock per via della perdurante assenza di Theodore. Al posto di Tarczewski però c’è Gudaitis, che è il migliore in avvio tra i biancorossi. Suoi i primi 6 punti della squadra. Insieme al connazionale Kuzminskas forma l’asse che riporta a contatto Milano, capace di chiudere il primo quarto sotto di un punto. Nel secondo periodo gli ospiti restano pianemente in gara, approfittando delle brutte percentuali al tiro dello Zalgiris e riuscendo a mettere la testa avanti sul 26-28. Milano trova in M’Baye l’uomo chiave degli ultimi minuti e anche grazie alle sue giocate chiude avanti la prima metà di gara.

La presenza di Gudaitis in area continua a essere un fattore determinante per l’AX Armani Exchange, che tiene spesso la testa avanti anche nella prima parte del terzo parziale, azzardando il +5 sul 42-45. Jankunas dall’altra parte fa faticare la difesa biancorossa, che perlomeno riesce a contenere le conclusioni da fuori dei padroni di casa. Nel momento decisivo, a cavallo tra terzo e ultimo quarto, la squadra di Jasikevicius strappa e in un attimo si trova a +10 nonostante Milano, con un sempre più presente Gudaitis, tenti di portare la contesa fino al 40’. Gli ultimi minuti si trasformano in garbage time, con Pianigiani che svuota la panchina e Jasikevicius che spinge sull’accelleratore facendo arrivare in doppia cifra White, Jankunas e Davies; mandando quasi tutti i suoi uomini a referto. Finisce 77-65, gap forse eccessivo per un’Olimpia comunque viva e presente per più di tre quarti, ma evidentemente con meno mordente nel momento di chiuderla. Buone le prove di Gudaitis e Kuzminskas; segnali positivi da Bertans e M’Baye; ampiamente sottotono Goudelock e Micov. 0 punti in due per un totale di -8 di valutazione con un complessivo 0/15 al tiro. A poco serviva per Milano, se non per prepararsi al meglio alla fase finale del campionato italiano, a tanto invece serve questo successo allo Zalgiris, che così è davvero a un passo dal tornare ai playoff di Eurolega dopo ben 19 anni di assenza.

Zalgiris Kaunas – Olimpia Milano 77-65
(17-16, 14-18, 23-16, 23-15)

Zalgiris Kaunas: White 16, Jankunas 15, Davies 11, Micic 9, Kavaliauskas 8, Pangos 7, Milaknis 6, Ulanovas 3, Toupane 1, Udrih 1. All. Jasikevicius.

Olimpia Milano: Gudaitis 19, Kuzminskas 12, Jerrells 10, Bertans 9, Tarczewski 7, M’Baye 5, Cinciarini 3. All. Pianigiani.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter