Boxe Giovanni De Carolis Si Conferma Campione del Mondo dei Super Medi

Laureatosi campione del mondo nello scorso mese di gennaio, sconfiggendo ad Offenburg il tedesco Vincent Feigenbutz, Giovanni De Carolis (24 vittorie, 6 sconfitte e 12 vittorie per KO) è stato chiamato ieri sera alla prima difesa della cintura WBA dei pesi supermedi, ancora  in Germania, ma sul ring della bellissima arena del Max Schmeling Halle di Belrino, il trentunenne laziale ha infatti affrontato il padrone di casa Tyron Zeuge, ventiquattrenne imbattuto nei diciotto incontri disputati da professionista.

In carriera, Zeuge è stato detentore del titolo WBO giovanile dei pesi supermedi e del titolo IBF internazionale della categoria, il tedesco e’ un pugile molto tecnico e veloce.

Il match è iniziato con una ripresa di studio tra i due pugili, con De Carolis che però prendeva maggiormente l’iniziativa nel secondo e nel terzo round, pur incassando un gancio destro da parte di Zeuge.

Con il proseguire dell’incontro, è ancora l’equilibrio a dominare, ma nella sesta ripresa il campione del mondo in carica sembrava prendere un lieve vantaggio,  cambiamento di tendenza, invece, all’inizio della seconda metà del match, De Carolis va in leggera difficoltà nel settimo round, forse frustrato per l’incapacità di riuscire ad assestare colpi importanti nonostante mantenga costantemente il centro del ring.

Il defender champion riprende in mano le redini dall’ottava ripresa, mentre il padrone di casa è più convincente nella nona, ma la ripresa più avvincente è la decima, con Zeuge che si fa vedere di più, ma si scopre troppo e viene dominato da De Carolis con una serie di colpi negli ultimi quaranta secondi. Le ultime due riprese  confermano un match molto difficile per tutti e due i pugili, con De Carolis che fa vedere le cose migliori,  bravissimo a colpire d’incontro sfruttando i rari momenti di esitazione del giovane pugile tedesco.

Il verdetto dei giudici, dunque, non può che confermare il titolo di campione del mondo per De Carolis, al quale viene però assegnato un pareggio ai punti che è sembrato troppo eccessivo visto l’andamento del Match, forse il giovane pugile tedesco e’ stato premiato perché eravamo in Germania, così Zeuge mantiene la propria imbattibilità dopo diciotto vittorie consecutive, ma la cosa più importante della serata è che la cintura mondiale sia rimasta nelle mani di De Carolis, così il nuovo ruolino del campione è dunque di ventiquattro vittorie, sei sconfitte ed un pareggio, con le 6 sconfitte sono arrivate tutte nei primi anni di professionismo.

Adesso speriamo che si muova qualcosa in Italia per organizzare la prossima difesa del titolo in Italia, dell’unico Campione del Mondo Italiano, infatti tutti gli ultimi match di De Carolis sono stati organizzati in Germania una vera vergogna per la boxe Italiana.

Nel prossimo Match De Carolis dovrebbe affrontare, il tedesco di origine armena Arthur Abraham, ex campione del mondo, che è’ sceso sul ring ieri sera prima di De Carolis, ed ha conquistato il titolo vacante WBO internazionale dei pesi supermedi grazie ad un KO tecnico all’ottava ripresa ai danni del norvegese Tim Robin Lihaug. Il trentaseienne conquista così il successo numero quarantacinque in carriera, il trentesimo prima del limite, a fronte di sole cinque sconfitte.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato