Bologna ecco chi sono i nuovi acquisti e cosa porteranno di nuovo nel gioco Rosso Blu

Foto LaPresse - Federica Roselli 09 04 2016 Lanciano - Italia Sport Calcio Virtus Lanciano - Virtus Entella Campionato di Calcio Serie B 2015/2016 ConTe.it - Guido Biondi Stadium Nella foto: esultanza di francesco Photo LaPresse - Federica Roselli 09 04 2016 Lanciano - Italy Sport Soccer Virtus Lanciano - Virtus Entella Italian Football Championship League B 2015/2016 ConTe.it - Guido Biondi Stadium In the pic: gioy di francesco

Oggi vedremo  chi sono i nuovi acquisti del Bologna e come potranno essere impiegati da Roberto Donadoni.

Facciamo una premessa doverosa sono arrivati  5 giocatori, ma tutti provenienti da campionati diversi,  chi da campionati esteri, chi dalla serie B  quindi bisognerà dare tempo ai giocatori di ambientarsi alla serie A che è un campionato molto complicato.

Federico Di Francesco

È stato il primo acquisto del mercato del Bologna, ottimo acquisto, ragazzo del 1994 ruolo ala destra fisicamente molto forte 180 cm e 75 kg, quest’anno ha giocato nel Lanciano risultando il migliori dei suoi e uno dei migliori esterni offensivi con 8 gol e 5 assist, giocatore molto esplosivo, piede mancino, bravissimo in serie B a saltare l’uomo in velocità e grande assistman, molto bravo anche quando si accentra e fa scattare il suo potentissimo sinistro, viste  le sue grandi doti fisiche e la sua intelligenza calcistica può giocare anche come Mezzala offensiva in un centrocampo a 3, da juniores ci si aspettava moltissimo da Di Francesco, adesso sembra essere il grande giocatore che tutti avevano previsto, adesso è un giocatore mentalmente pronto a giocare in serie A, giocatore adatto a giocare sia nel 4-3-3 e nel 4-2-3-1.

Dian Boldor

Arrivato nell’operazione Di Francesco, ha lo stesso procuratore, difensore centrale Rumeno nato il 03/02/1995, piede mancino, 190 cm e 83 kg, giocatore cresciuto nel settore giovanile della Roma dove ha vinto anche uno scudetto, ha avuto qualche infortunio al quadricipite che gli ha rallentato la partenza della sua carriera da professionista,  avrebbe bisogno di giocare per trovare continuità che fino adesso non ha ancora trovato, potrebbe rientrare in un scambio con il Carpi con Gagliolo, e’ un giocatore potente ma tecnicamente bravo ha un piede sinistro molto interessante con il quale lancia il contropiede.

Ladislav Kreici

E’ sicuramente l’acquisto più importante del mercato rosso blu, nazionale della Repubnlica Ceca è nato il 05/07/1992, 180 cm e 70 kg, piede mancino, ruolo ala sinistra. Giocatore molto interessante ha fatto tutta la sua carriera nello Sparta Praga, bravissimo sia puntare l’avversario a servire il compagno con precisi assist 35 assist in carriera, molto lucido anche in fase di tiro sia da lontano che dalla media distanza, batte i calci da fermo in maniera perfetta, unico lato ancora un po’ deficitario e’ la fase di non possesso palla, ha tanta esperienza internazionale avendo già giocato in Europa League quasi 30 partita e oltre 20 partite nella nazionale maggiore.

Un’acquisto importante adatto anche lui agli schemi che dovremmo vedere adottare da mister Donadoni sia nel 4-3-3 che nel 4-2-3-1.

Simone Verdi

Forse è l’acquisto che ha lasciato un po’ più perplessi, ma a mio parere è un buon cambio per gli esterni offensivi nato il 12/07/1992, 171 cm e 66 kg proveniente dal Milan che in questi lo ha mandato a giocare tra Empoli, Pescara Eibar e Carpi certamente ha fatto meglio in serie B che in serie A, nasce come ala sinistra ma spesso viene schierato nel ruolo di trequarti ma le sue cose migliore le ha fatto nel ruolo di Ala, piede ambidestro molto veloce, ha giocato dal mese di gennaio nel carpi dove in 8 partite ha segnato 3 gol, da ammirare la sua decisione di non arrivare in prestito ma diventare di proprietà. Vedremo se sarà l’anno della consacrazione di un giocatore che sembrava essere un predestinato ma che si è un perso forse non sempre per colpa sua.

Adam Nagy

E’ il centrocampista che dovrebbe prendere il posto del partente Diawara, nazionale Ungherese nato il 17/06/1995, 175 cm e 70 kg, piede ambidestro, ruolo mediano/regista.

Giocatore molto interessante,m che negli ultimi 18 mesi si è messo in mostra sia nella nazionale Ungherese che nel Ferencvaros squadra dove è cresciuto, Adam e’ un giocatore che all’apparenza può sembrare fisicamente poco prestante ma in realtà non si ferma mai di correre e non ha paura dei contrasti, sbaglia pochissimi passaggi e non perde mai la calma risultando un giocatore affidabile sia in fase di possesso palla che di non possesso, detta i ritmi della squadra in maniera perfetta anche se il passaggio lungo non è il suo forte, forse anche per questo Donadoni sta provando il 4-2-3-1 con il trequarti che arretra per prendere la palla, ottimo giocatore anche sotto il profilo della personalità infatti sia nelle giovanili del Ferncvaros che nelle nazionali ungheresi giovanili ha fatto sempre il capitano.

Adam Nagy può giocare sia nel 4-3-3 come vertice basso oppure nel 4-2-3-1 schema che lo valorizza maggiormente così come lo abbiamo visto giocare agli Europei, per me è un buon acquisto ad un prezzo veramente interessante da ieri e’ arrivato in ritiro.

Fino ad ora è un mercato molto interessante con giocatori giovani e di prospettiva, ora mancherebbero per completare la squadra solo pochi elementi un terzino sinistro come cambio di Masina, una seconda punta giovane e il Trequartista teoricamente titolare visto che per ora abbiamo in quel ruolo Brienza ma vista l’età difficilmente potrà fare il titolare e Verdi ma che difficilmente verrà schierato in partite di campionato in quel ruolo, per il resto siamo al completo a meno di cessioni.

Adesso la palla passa a Roberto Donadoni e al suo Staff che dovrà plasmare questa squadra interessante per una salvezza senza tanti problemi, sara’ ovviamente determinante il recupero di Mattia Destro che ancora adesso non si allena con i compagni, Venerdì si è chiusa la fase dei rinnovi delle vecchie tessere oltre 12.000 i rinnovi con la Curva Bulgarelli praticamente tutta esaurita come sempre, al di là delle polemiche su Diawara il vero tifoso ha solo una cosa nel cuore la maglia rosso blu sempre e comunque sia quando il Bologna ha affrontato qualche anno fa la Rondinella sia quando il Bologna gioca contro la Juventus.

Fino Alla Fine Forza Bologna

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter