Bologna, il 3-3 con la Lazio vale la salvezza

Il Bologna completa la rimonta, pareggiando all’Olimpico in un match pirotecnico e volando a +4 sul terzultimo posto a una giornata dal termine: a segno Joaquin Correa, Bastos e Sergej Milinkovic-Savic per la Lazio, Andrea Poli, Mattia Destro e Riccardo Orsolini per i rossoblù

FORMAZIONI:

Lazio (3-5-2): Guerrieri; Bastos, Ramos, Acerbi; Romulo, Parolo, Badelj, Leiva, Lulic; Correa, Immobile. All. Inzaghi.

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco, Dijks; Pulgar, Poli; Orsolini, Soriano, Palacio; Destro. All. Mihajlovic.

CRONACA:

Le cose sembrano mettersi subito bene per i biancocelesti: il vantaggio di Correa è un segnale, Immobile rischia di tornare al goal in almeno un paio di circostanze che non vanno a buon fine. L’unico a tenere alta la bandiera felsinea è Orsolini: vuoi per poca mira, vuoi per un pizzico di sfortuna, la soddisfazione personale tarda ad arrivare.

I secondi quarantacinque minuti sono straordinari per i tifosi neutrali: nel giro di un minuto il Bologna la ribalta con Poli e Destro, salvo poi subire la perla di Bastos che si improvvisa goleador d’eccezione. Orsolini concretizza finalmente i tanti attacchi alla porta di Guerrieri ma è la mossa di Simone Inzaghi a scrivere l’ultima parola: Milinkovic-Savic prende il posto di un distratto Leiva e lascia subito il segno con la punizione che vale il 3-3 finale. I padroni di casa provano a vincerla con il cuore più che con la lucidità: senza successo.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter