L’Atalanta vince anche a Bologna: 2-0

Gara assolutamente mai in discussione: dominio dell’Atalanta e tifosi che acclamano Gasperini al triplice fischio dopo la sesta vittoria consecutiva. Atalanta che si porta così a -5 dalla Juventus, prossimo avversario in campionato.

Marcatori : al 15′ Pt. Masiello, al 22 St. Kurtic

L’Atalanta vince anche contro il Bologna, battendo il record di 6 vittorie consecutive e nelle ultime 9 partite ha vinto 8 partite ed 1 pareggio, vola al terzo posto con 28 punti dopo 14 partite.

Il Bologna si schiera con un 4-3-3 forse un po’ troppo difensivo con Torosidis nel ruolo di terzino destro invece di Krafth, confermando in cabina di regia Viviani ed inserendo di Nagy un giocatore con più gamba e meno propenso alla costruzione del gioco, in avanti confermato il tridente composto da Kreici, Destro e Rizzo.

Mentre l’Atalanta si schiera con il solito 3-4-1-2 con Kurtic dietro alle due punte Gomez e Petagna ed un centrocampo formato da Conti, Kessie, Gagliardini e Spinazzola.

LA PARTITA:

Parte in avanti il Bologna con il tiro di Taider, ma l’Atalanta impone subito il suo ritmo, con Gomez che salta sempre il proprio avversario e serve al 13′ una bella palla Conti davanti ad Antonio Mirante , al rientro dopo i problemi cardiaci, ma l’esterno destro tira alto, ma il gol del vantaggio degli ospiti e’ ormai nell’aria e al 15′ arriva puntuale con Gomez che serve il cross  Masiello che al volo di destro segna il gol del 0-1, al 17′ altro cross di Gomez per Kurtic che sbaglia, al 21′ il Bologna sfiora il gol del pareggio con la punizione battuta perfettamente da Viviani che colpisce la traversa con Sportiello battuto.

Nel secondo tempo Donadoni  prova a cambiare qualcosa  inserendo una punta, Floccari, al posto di  Rizzo, ma è ancora l’Atalanta a rendersi subito pericolosa, con Kurtic che trova libero all’altezza del dischetto Petagna che tira alto, al 6’ contropiede con tiro finale Gomez fuori misura.

Il Bologna nonostante l’inserimento di un’altra punta non crea azioni pericolose mancando un vero regista in campo, come poteva essere Nagy, al 22′ arriva il meritato raddoppio dell’Atalanta i bergamaschi, calcio d’angolo di Gomez e girata vincente di testa di un Kurtic che brucia sul tempo la difesa rossoblu.

L’Atalanta continua  a tenere palla grazie ad un centrocampo meglio strutturato, Donadoni inserisce il giovane nigeriano Okwonkwo, ma il Bologna fatica a costruire gioco, troppo lento e macchinoso lo sviluppo della manovra nella metà campo avversaria ed arriva a tirare verso Sportiello solo a 3′ minuti dalla fine della partita.

Brutta partita per il Bologna che non riesce mai a creare problemi alla squadra di Gasperini, non avendo un proprio gioco senza Nagy e con Simone Verdi infortunato e non riuscendo mai a servire Mattia Destro, adesso bisogna concentrarsi subito sulla trasferta di Udine per un pronto riscatto e per muovere la classifica.

BOLOGNA-ATALANTA 0-2 (0-1)

MARCATORI: 15′ pt Masiello (A), 22′ st Kurtic (A)

FORMAZIONI:

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Torosidis, Gastaldello, Maietta, Masina; Taider, Viviani, Dzemaili; Rizzo, Destro, Krejci. All. Donadoni

ATALANTA (3-4-1-2): Sportiello; Masiello, Caldara, Zukanovic; Conti, Kessié, Gagliardini, Spinazzola; Kurtic; Petagna, Gomez. All. Gasperini.

ARBITRO: Mariani di Aprilia.

Ammoniti:  Gastaldello (B), Viviani (B), Masina (B), Kessiè (A), Gagliardini (A), Maietta (B), Torosidis (B).

 

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter