Bianconeri sudano e vincono: è semifinale.

I bianconeri pronti per questa grande sfida

I bianconeri bramano la coppa nazionale: davanti a sé hanno la Lazio che vuole tornare a brillare. Ce la farà conquistare la semifinale per continuare a rincorrere il sogno della seconda coppa consecutiva?

FORMAZIONI

Lazio: 4-3-3

Berisha, Konko, Bisevac, Mauricio, Radu, Milinkovic-Savic, Biglia, Lulic, Candreva, Klose, Keita.

Juventus: 3-5-2

Neto, Caceres, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Sturaro, Marchisio, Pogba, Alex Sandro, Zaza, Morata.

CRONACA

La Juventus arriva all’Olimpico carica per gli ultimi risultati ottenuti in campionato. La parola vittoria riecheggia nella mente dei giocatori bianconeri: ormai è solo ciò che conta per chi da quattro anni vince tutto sui campi nazionali. Davanti a sé ha però le aquile biancocelesti di Roma che vogliono tornare a brillare all’Olimpico e daranno battaglia fino all’ultimo istante per difendere le proprie mura di casa. La partita si rivela infatti subito complica per la squadra di Allegri: entrambe le formazioni pressano alto per cercare di sbloccare il risultato fin dai primi minuti. Inizio di match ad altissima intensità agonistica, con entrambe le squadre che si equivalgono sul rettangolo verde romano. Il risultato che però si ottiene è quello di bloccare il gioco a centrocampo: tranne poche ripartenze e lampi personali, la partita è ferma a centrocampo.

La foga da entrambe le parti infatti è tanta e questo porta tutti i reparti a dare il massimo e ad annullare gli avversari. Alla fine dei 45 minuti si va a prendere il the caldo sul risultato di 0-0 senza che vi siano verificate azioni degne di nota. La seconda frazione di gioco ricomincia con gli stessi 22 giocatori della prima metà di gara. Il primo squillo bianconero si verifica al 50′: Zaza serve Morata che solo scatta verso la porta avversaria: colpo secco deviato da Berisha che respinge la palla sui piedi di Zaza che a porta vuota sbaglia la conclusione che si spegne sul fondo. La partita ora assume le tinte bianconere: i centro avanti della vecchia signora continuano a proporre azioni su azioni e la squadra di Pioli è sempre più schiacciata nella sua metà campo. La Juventus inizia a prendere il controllo del match e al 64′ sblocca il risultato: un missile terra area di Zaza viene deviato dal portiere biancoceleste, la sfera pero arriva sui piedi di Lichtsteiner che di destro appoggia la palla oltre la linea. La respinta di Berisha non basta: la sfera ha superato la linea. 1-0 juve e palla al centro.

La Juventus riesce a sbloccare un partita difficilissima e combattuta. L’1-0 è un risultato da difendere con le unghie e coi denti. I bianconeri amministrano la partita e gestiscono il risultato. Un buon giro palla permette alla squadra si Allegri di addormentare la partita. Al 91′ Mandzukic (entrato al posto di Morata al 74′) si mangia un gol a tu per tu col portiere e non chiude in modo definitivo il match. In ogni caso i bianconeri conducono senza troppe difficoltà gli ultimi minuti di gara verso il triplice fischio. Risultato di misura che permette alla vecchia signora, ancora affamata di trofei, di accedere alla semifinale e di inseguire l’obiettivo della seconda coppa Italia consecutiva.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter