Il Belgio non fa calcoli e batte 1-0 l’Inghilterra

Il Belgio fa la partita e supera l’Inghilterra per 1-0 grazie alla perla di Adnan Januzaj. L’Inghilterra opta, invece, per un turnover massiccio per far riposare i suoi, ma perde Stones per un problema muscolare: Kane resta per tutta la partita in panchina.

FORMAZIONI:

Inghilterra (3-5-2): Pickford; Jones, Stones, Cahill; Alexander-Arnold, Loftus-Cheek, Dier, Delph, Rose; Rashford, Vardy. All. Southgate.

Belgio (3-4-3): Courtois; Dendoncker, Boyata, Vermaelen; Chadli, Fellaini, Dembelé, Hazard; Januzaj, Batshuayi, Tielemans. All. Martinez.

CRONACA:

La partita prende il via su buoni ritmi, con entrambe le squadre aggressive sul portatore di palla avversario. L’Inghilterra cerca spesso la profondità di Vardy, mentre il Belgio sfiora il vantaggio con una rocambolesca azione nata da una sponda di Fellaini, che vede Cahill salvare sulla linea dopo l’incertezza di Pickford. Con il passare dei minuti il ritmo cala notevolmente e arriva qualche fischio da parte di un pubblico che vorrebbe più coraggio da due squadre così ricche di talenti. La squadra di Southgate sfrutta la velocità di Alexander-Arnold, che arriva spesso al cross senza successo; manca invece l’ultimo passaggio agli uomini di Martinez, che fraseggiano bene sulla trequarti ma trovano poi il muro avversario.

Nella ripresa gli equilibri vengono spezzati dalla fiammata di Janzuaj, che salta nettamente Rose e tira fuori dal cilindro un sinistro a giro perfetto diretto sotto l’incrocio. L’Inghilterra prova a reagire sfruttando sempre le corsie esterne, mentre i Diavoli Rossi provano a far male in contropiede. La palla-goal più nitida per la reazione dei Tre Leoni capita sul destro di Rashford, che tutto solo davanti a Courtois spreca incredibilmente calciando sul fondo, con il portiere belga che tocca leggermente il pallone. Nel finale il Belgio riesce a rallentare i ritmi: la squadra di Southgate ci prova con i palloni alti e sui calci piazzati, senza però trovare trame pulite fra le linee avversarie. In pieno recupero gli uomini di Martinez sfiorano due volte il raddoppio in contropiede: prima con Batshuayi fermato in mischia, poi con Fellaini, che calcia sull’esterno della rete.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250