Il Barricalla CUS Collegno Volley stravince in trasferta

Il Barricalla CUS Collegno Volley vince per la prima volta in trasferta a Pellezzano. Chi temeva per le cussine è rimasto piacevolmente sorpreso: le ragazze infatti si fanno sentire fin dall’inizio e si portano a casa il match.

Nel primo set regna sovrano l’equilibrio fino al 15 pari. La P2P GIVOVA riesce ad allontanarsi per due volte: sul 9-7, complice la doppia fischiata a Morolli, e con Prestanti che trova il primo tempo del 12-10. Poi Mendaro Leyva commette due errori consecutivi, coach Castillo chiama time out, Collegno mura Moneta e Quarchioni tira out. Le cussine prendono coraggio: il punto decisivo, dopo il muro su Kijakova subentrata a Quarchioni, è di Schlegel che da posto 4 manda agli archivi il primo set: 18-25. Nella circostanza, colpita fortuitamente ad un occhio la palleggiatrice Irnina Baruffi, che deve ricorrere alle cure dello staff medico.

Le difficoltà del primo set proseguono nel secondo. Collegno è più vispa, il libero Lanzini governa la difesa e Morolli orchestra il gioco. Baronissi sonnecchia e aspetta eventi che non si materializzano. Illudono il lungolinea di Moneta e il successivo ace dell’attaccante lombarda a metà parziale (16-15). La P2P GIVOVA, infatti, si spegne di nuovo e Collegno approfitta piazzando il decisivo di 0-4 dopo il 18-19 firmato da Ferrara. Set vinto per il Barricalla per 19-25.

Baronissi reagisce nel terzo set: suonano la carica Strobbe e Gagliardi garantendo il risicato vantaggio del 10-8. Poi il divario tra le formazioni diventa più ampio nel terzo parziale, a favore di Baronissi, quando sale in cattedra Kijakova: la schiacciatrice slovacca della P2P GIVOVA va a segno due volte, chiamata in causa da Avenia, e poi piazza due ace consecutivi (15-10). La imita più tardi Mendaro: 19-12. Avenia mura Fragonas, subentrata con Migliorin (per Poser) e Agostinetto (per Vokshi) e Baronissi ritorna all’attacco con un 25-13.

Ad inizio quarto set, il coach Marchiaro, presenta Agostinetto in diagonale con Morolli. La squadra è subito padrona del set, ottiene un largo divario di 10 punti che la P2P riesce parzialmente a colmare con un paio di spunti di Mendaro Leyva. Finisce 17-25 con il primo tempo vincente di Pastorello.

 

I commenti post gara

Il coach della P2P GIVOVA, Ivan Castillo: “Dopo la bella vittoria ottenuta sette giorni fa contro Ravenna, oggi abbiamo fatto un passo indietro. Grandi contro le grandi e piccolissimi contro le squadre che potrebbero concederci qualche punticino. Questa è la dimostrazione che siamo una squadra “tagliata” per la salvezza e che dovrà lavorare sodo per guadagnarsela – dice il tecnico di Baronissi – Non mi è piaciuto l’impatto sulla partita, ci sono stati tanti errori e prolungati nel corso della partita. Parlerò con le mie ragazze, non possiamo concedere gli svarioni e le disattenzioni che abbiamo commesso stasera. Ad Orvieto, nel prossimo turno di campionato, servirà un altro approccio, altrimenti rischiamo di tornare a casa con un pugno di mosche in mano. Ripartiamo subito”.

Questo il commento del coach della Barricalla Collegno, Michele Marchiaro: “Abbiamo aggredito Baronissi con una battuta affilata, abbiamo limitato all’osso gli errori, abbiamo giocato con continuità e concentrazione, senza mollare un centimetro. Perso il terzo set che poteva riaprire i giochi a favore della squadra di casa, abbiamo ripreso a macinare gioco ritrovando le nostre certezze. Siamo partiti con una diagonale diversa, sono partito con Vokshi al posto di Agostinetto che poi ho utilizzato da metà terzo set. In momenti diversi della partita, ho ottenuta il massimo da entrambe e sono contento. Questo è un campionato lunghissimo, estenuante: una maratona pallavolistica giocata, però, con il ritmo degli 800 metri. Prevale sulle altre la squadra che resta costante durante la stagione e che non guarda al di là del proprio naso: ogni partita è una finale, impossibile fare pronostici”.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250