Bamberg fa bene all’Olimpia Milano: vittoria in trasferta 78-83

L’Olimpia Milano vince la sesta gara esterna della propria stagione europea ritrovando parzialmente Giudelock e con un decisivo Gudaitis nella parte finale. Il lituano chiude da MVP con 12 punti e 6 rimbalzi; bene anche Micov e Cinciarini. Positiva la prestazione difensiva dell’Olimpia Milano, che cresce nel momento cruciale dell’anno.

Pianigiani e Banchi si rincontrano sulle opposte panchine dopo un vincente e condiviso passato alla Mens Sana Siena e dopo essersi incrociati da avversari in Serie A tra Milano e Torino. In campo invece la sfida in partenza é tra i due playmaker, pesaresi e grandi amici: Cinciarini e Hackett, che alla fine risulteranno tra i migliori. Partenzza molto positiva dell’Olimpia Milano, che va 10-2 costringendo il coach di casa al primo timeout. Reazione immmediata del Bamberg, guidato da Hackett; é subito -1. L’Olimpia Milano é presente nel match e strappa il nuovo +7 sul finire del quarto, chiuso poi 23-28. L’avvio del secondo paraziale parla di un 9-2 dei padroni di casa, che incartano gli ospiti con un maggior impegno difensivo e mettono la testa avanti. Trotterellando, perché il ritmo gara é tutt’altro che alto, il match prosegue sui piano dell’equilibrio con il Bamberg che tiene dietro l’Olimpia Milano, che resta a distanza di sicurezza. Theodore, entrato nel secondo quarto – Pianigiani sembra aver deciso di mantenere la struttura utilizzata in sua assenza con Cinciarini in quintetto – é completamente ristabilito fisicamente ma non incide ancora sul parquet. Maeglio fa sicuramente Goudelock, reduce dallo 0/13 delle ultime due partite e con voglia di giocare. é lui con una gran difesa e 4 punti in fila a ridare il vantaggio ai suoi, che chiudono il tempo in perfetta parità: 43-43.

Micov, Goudelock e Cinciarini sono le chiavi di questa Olimpia Milano con il capitano che dopo 17′ é il migliore in campo con 12 punti, 4 rimbalzi e 14 di valutazione. Dall’altra parte sono Hackett, Rubit e Radosevic a guidare la truppa di Banchi, avanti di 6 a 2′ da fine quarto. Sembra che la gara possa proseguire punto a punto fino alla fine. All’alba degli ultimi 10′ l’Olimpia Milano deve recuperare 4 lunghezze e si mette in partita Gudaitis. Canestri importanti, stoppate e la schiacciata del +6 a 3′ dal termine, che lancia la volata finale dove l’Olimpia Milano é brava, una volta alzata sui pedali, a tenere il naso avanti e chiudere una bella vittoria col risultato di 78-83. Un successo utile per i punti conquistati in chiave Eurolega ma che fa molto morale e soprattutto evidenzia una buona attutudine difensiva dell’Olimpia Milano, che quando vuole ed é concentratab sa dire la sua non solo nella metà campo d’attacco, dopo é risaputo potersela giocare anche con le maggiori potenze continentali. Ora un’altra, l’ultima partita di Eurolega contro il Panathinaikos la prossima settimana, poi il rush finale di campionato, al quale l’Olimpia Milano si approccia in un momento di continua crescita, mentale e di gruppo.

Bamberg – Olimpia Milano 78-83
(23-28, 20-15, 21-17, 14-23)

Bamberg: Hackett 17, Radosevic 13, Rubit 12, Hickman 11, Musli 10, Wright 6, Lo 4, Staiger 3, Mitrovic 2. All. Banchi.

Olimpia Milano: Micov 14, M’Baye 13, Cinciarini 12, Gudaitis 12, Jerrells 9, Bertans 8, Goudelock 7, Kuzminskas 4, Tarczewski 2, Theodore 2. All. Pianigiani.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter