Atalanta in rimonta a Marassi, stendono il Genoa 2-1

Il gol dell’ex Andrea Masiellon ha permesso all’Atalanta di espugnare il campo del Genoa. Atalanta che sale a quota 23 punti, Genoa femo a 13.

FORMAZIONI:

Genoa (3-5-2): Perin; Izzo, Spolli, Zukanovic; Rosi, Rigoni, Veloso, Bertolacci, Laxalt; Taarabt, Pandev. All. Ballardini.

Atalanta (3-4-2-1): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Hateboer, Cristante, Freuler, Spinazzola; Ilicic, Gomez; Petagna. All. Gasperini.

CRONACA:

Ballardini conferma ancora la stessa formazione per il ‘Grifone’, riuscendo a dare certezze ad una squadra che sembrava in preda al panico. Gasperini prova a mettere dal primo minuto tutti i giocatori più tecnici, affidandosi sia ad Ilicic che a Gomez, ma l’inizio della gara è un monologo rossoblù: il Genoa schiaccia subito l’Atalanta a ridosso della porta di Berisha e dopo quattro minuti si ritrova già in vantaggio con la bella conclusione mancina di Bertolacci. In campo c’è solo il Genoa, che sfiora anche il raddoppio con Laxalt, ma i bergamaschi tengono botta ed a poco a poco alzano il baricentro: a due minuti dalla fine del primo tempo Petagna lavora un pallone sporco e lo serve ad Ilicic, lo sloveno fa il resto e realizza il pareggio per l’Atalanta.

Nel secondo tempo il Genoa continua a divorarsi la possibilità di raddoppiare, soprattutto con Pandev. Così, come recita una grande legge non scritta del calcio, alla prima occasione l’Atalanta trova il goal con Masiello e mette la freccia. Il sorpasso è definitivo, nonostante il forcing finale del ‘Grifone’, con Gasperini che ancora una volta punisce la sua ex squadra tra le mura di Marassi.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter