Atalanta-Lazio da fuochi d’artificio: finisce 3-3

Lazio's midfielder Luis Alberto celebrates after scoring the goal of 3-3 during the Italian Serie A soccer match between Atalanta and Lazio at Atleti Azzurri d'Italia Stadium in Bergamo, 17 December 2017. ANSA/PAOLO MAGNI

Atalanta in doppio vantaggio grazie a Mattia Caldara e ad uno strepitoso gol di Josip Ilicic, ma Sergej Milinkovic-Savic non ci sta: doppietta da campione prima dell’intervallo. Nella ripresa ancora Josip Ilicic ritrova il vantaggio, Caldara si vede annullare il possibile 4-2 e Luis Alberto fissa il punteggio sulla parità.

FORMAZIONI:

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Masiello, Caldara, Palomino; Hateboer, Cristante, Freuler, Spinazzola; Ilicic; Gomez, Petagna. All. Gasperini.

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Bastos, De Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Alberto; Caicedo. All. Inzaghi.

CRONACA:

Partenza bruciante per la squadra allenata da Gian Piero Gasperini che, approfittando di un approccio non proprio perfetto dei capitolini alla gara, è riuscita in avvio a far valere le proprie qualità trovando con Caldara ed Ilicic il doppio vantaggio.

Una Lazio non brillantissima, frenata anche dalla serata non eccelsa del suo pacchetto arretrato, è riuscita a restare aggrappata al match soprattutto grazie al suo uomo di maggior valore: Milinkovic-Savic. Il centrocampista serbo, autore di una doppietta, ancora una volta si è dimostrato elemento in grado di spostare gli equilibri nel corso dei 90’. La compagine guidata da Simone Inzaghi, anche se priva di Ciro Immobile, un bomber capace di segnare già 15 reti in campionato, non si è mai arresa e, pur soffrendo, è stata in grado di portarsi a casa un punto che può avere un importante peso specifico, soprattutto dopo un periodo avaro di grandi soddisfazioni

Atalanta e Lazio si dividono dunque la posta al termine di 90’ nei quali i padroni di casa più volte sono parsi in grado di far loro l’intero bottino, pagando alla fine una gestione del vantaggio tutt’altro che perfetta. Per la Dea un punto che non le consente di staccare un gruppetto di rivali protagoniste di una lotta serrata per le ultime posizioni che valgono una qualificazione europea. La Lazio invece, vede scappare via le primissime della classe, ma ottiene un pari su un campo difficile che è figlio della grande forza di un gruppo mai domo.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter