Atalanta formato Europa: 4-1 senza storia al Bologna

L’Atalanta gioca un primo quarto d’ora strepitoso, andando a segno con Josip Ilicic, Hans Hateboer e Duvan Zapata. Nel secondo tempo Riccardo Orsolini rende il passivo meno amaro, ma non cambia il senso di un match
dominato dai bergamaschi. Atalanta a quota 51, a -1 dal quarto posto del Milan

FORMAZIONI:

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Mancini, Palomino, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Gomez; Ilicic, Zapata. All. Gasperini.

Bologna (4-3-3): Skorupski; Calabresi, Gonzalez, Lyanco, Krejci; Donsah, Pulgar, Nagy; Orsolini, Falcinelli, Sansone. All. Mihajlovic.

CRONACA:

Pronti via ed è subito vantaggio Atalanta: al 3′ Ilicic si accentra da destra e dai 25 metri fa partire un sinistro a giro che finisce sotto l’incrocio.
Due minuti dopo arriva il raddoppio, firmato ancora da Ilicic, il quale dopo il passaggio di De Roon trova un destro a incrociare molto preciso sul quale Skorupski non può fare nulla. Con questa doppietta il trequartista sloveno raggiunge la doppia cifra per la prima volta in carriera.Il Bologna tenta una reazione con Donsah, che colpisce col sinistro dal limite ma la palla termina fuori.
Al 9′ ecco il tris di Hateboer, che servito perfettamente da un incontenibile Ilicic batte il portiere avversario con un potente rasoterra. Al 13′ clamorosa doppia occasione per il Bologna: prima Krejci trova la risposta di Gollini, poi sul proseguo dell’azione Falcinelli devia da sotto porta ma non inquadra lo specchio. Due minuti dopo l’Atalanta chiude definitivamente i conti con la rete del poker. Zapata riceve palla lunga, la protegge e poi con un destro sul palo lontano trova il 4-0. Da quel momento in poi gli uomini di Gasperini gestiscono il possesso palla senza troppi problemi, e sfiorando addirittura il quinto gol, prima con Freuler e poi con De Roon. Quest’ultimo, sfruttando un’uscita molto alta di Skorupski che lascia la porta sguarnita, prova a batterlo con un tiro al volo dalla propria metà campo che si conclude molto vicino alla porta. All’inizio della ripresa il Bologna entra in campo più propositivo per cercare di salvare almeno la faccia, e al 54′ trova il gol del 4-1 con Orsolini direttamente da calcio di punizione. Tre minuti dopo è Falcinelli ad andare vicino alla rete: il numero 91 colpisce di testa da dentro l’area di rigore e il pallone esce di pochissimo. L’Atalanta però non si scompone, e da quel momento in poi gestisce con tranquillità l’incontro, rallentando anche i ritmi per non sprecare eccessive energie. Al 73′ è ancora Zapata a sfiorare il gol con l’ultima buona occasione del match. L’attaccante nerazzurro, dopo una buona ripartenza, rientra sul destro e calcia, ma la conclusione non è molto angolata e Skorupski para senza troppi problemi. Tutto facile dunque per l’Atalanta che domina la partita e si porta a casa tre punti di fondamentale importanza per la zona Champions, continuando ad alimentare il proprio sogno europeo. Nel prossimo turno ci sarà lo scontro diretto con l’Inter a San Siro, mentre il Bologna ospiterà il Chievo per continuare a combattere per la salvezza.

About the Author

Alessio Achenza
Nato a Nuoro il 10-04-1999, mi sono diplomato nel 2018 presso il Liceo Classico. Attualmente sono uno studente di scienze della comunicazione a Bologna. La passione per lo sport, e specialmente per il calcio, è innata fin da quando ero bambino, e cresce sempre di più, con un'unica grande costante: il tifo per la Roma. Passato da giocatore, dai primi calci alla prima categoria, e presente da allenatore. Sogno di lavorare nel mondo dello sport, per questo sono ben felice di collaborare con questo blog.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter