Atalanta ed Inter non si fanno male: 0-0

Nel primo tempo l’Atalanta gioca meglio, ma non sfrutta le occasioni. Rammarico anche per l’Inter, pericolosa in almeno in 3 chiare occasioni con Perisic, con il croato però mai preciso. Più tattica e partita più bloccata nella ripresa, per uno 0-0 che alla fine vale un punto a testa. Per l’Inter di nuovo un rallentamento sulla corsa Champions, così come per l’Atalanta che non accorcia sul 7° posto.

FORMAZIONI:

Atalanta (3-4-2-1): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Cristante, Gomez; Barrow. All. Gasperini.

Inter (3-4-2-1): Handanovic; Skriniar, Miranda, D’Ambrosio; Cancelo, Gagliardini, Valero, Santon; Rafinha, Perisic; Icardi. All. Spalletti.

CRONACA:

Merito soprattutto dei ragazzi di Gasperini che nel primo tempo sono stati in grado di dominare a tratti gli avversari. Nonostante le assenza di elementi importantissimi come Spinazzola, Ilicic e Petagna, la Dea ancora una volta ha dimostrato di essere squadra di grandissima qualità e in grado di mettere in difficoltà qualunque avversario. Alla fine a recriminare di più sono probabilmente proprio gli orobici che sono stati frenati dalla scarsa vena realizzativa di Alejandro Gomez, ma anche dalle parate di Handanovic. Bella la prova in attacco del giovanissimo Barrow e bene il reparto difensivo che, aiutato anche da una mediana generosa, si è sempre fatto trovare pronto quando l’Inter ha avuto la possibilità di pungere. I meneghini, schierati da Spalletti con un inedito 3-4-2-1 nel quale Perisic e Rafinha giocano a supporto di Icardi, ha impiegato diversi minuti prima di riuscire a trovare la giusta quadratura. Inizialmente sopraffatta, l’Inter è stata comunque brava a rendersi estremamente pericolosa dalle parti di Berisha in almeno un paio di occasioni e poi ad alzare il proprio baricentro nella ripresa. Ha chiuso il match in crescendo, dando l’impressione di avere più ‘benzina’ per tentare il colpaccio in extremis.

Una sfida godevole tra due squadre che hanno provato fine alla fine a vincere la contesa. All’Atalanta, che si è fatta preferire per lunghi tratti ma che è calata nella ripresa, un punto che non le consente momentaneamente di rientrare in zona Europa League, per l’Inter un pareggio comunque prezioso su un campo difficilissimo ed un orecchio teso al Derby di Roma.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter