Atalanta devastante: 7-2 al Lecce

Successo roboante della formazione di Gasperini, che per la terza volta in stagione chiude una partita con 7 reti. Protagonisti il colombiano, autore di una tripletta, e lo sloveno. A segno anche Muriel e Malinovskyi, oltre a un’autorete di Donati. I giallorossi risalgono momentaneamente fino al 2-2, poi crollano

FORMAZIONI:

Lecce (4-3-2-1): Gabriel; Donati, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Majer, Deiola, Saponara; Mancosu, Barak; Lapadula. All. Liverani.

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; De Roon, Caldara, Palomino; Hateboer, Pasalic, Freuler, Gosens; Gomez; Ilicic, Zapata. All. Gasperini.

CRONACA:

Il segnale alla partita degli ospiti è chiaro fin dai primi minuti: Majer salva sulla linea dopo un colpo di testa a botta sicura di Palomino, preludio alla rete del vantaggio che è uno sfortunato autogoal di Donati, il cui impatto aereo dà una strana traiettoria alla sfera che si insacca all’angolino. Gabriel deve impegnarsi sul mancino di Ilicic ma nulla può sull’incornata di Zapata che sovrasta Rossettini per il raddoppio. Il Lecce rientra in partita grazie ad una perla di Saponara che infila Gollini con un destro a giro imparabile. L’episodio utile per toccare le corde giuste tra i salentini che trovano addirittura il pari: passaggio all’indietro di Saponara per l’accorrente Donati che si riscatta con una stoccata vincente dal limite.

L’effetto rimonta svanisce ad inizio ripresa, merito dell’Atalanta che ristabilisce le gerarchie: stupenda la perla di Ilicic che con una finta mette a sedere ben quattro avversari tra cui Gabriel, prima di calciare a porta spalancata in maniera del tutto indisturbata. Pasalic ha sul piede la palla del poker ma calcia clamorosamente a lato, giusto qualche minuto prima di servire l’assist a Zapata che non sbaglia da pochi passi. Il Lecce si scioglie come ghiaccio al sole sotto i colpi del colombiano che fa addirittura tripletta: azione iniziata da Gomez e rifinita da Ilicic per Zapata che supera Gabriel con un tocco sottomisura. Vantaggio larghissimo che permette a Gasperini di concedere un po’ di riposo a Gomez e Ilicic per fare spazio a Malinovskyi e Muriel: proprio il colombiano segna la sesta rete sfruttando un assist dell’ucraino che spegne le luci al ‘Via del Mare’ con il mancino del definitivo 2-7.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter