Atalanta-Bologna 2-0

Bologna battuto da un Atalanta più concreta ed arrabbiata.

Gli oroboci interrompono il digiuno di vittorie che durava da 14 giornate con un 2-0 che sembra non ammettere molte repliche. Prima occasione per l’Atalanta  dopo 22 secondi, Gomez ha già la palla per fare 1-0, Mirante blocca a terra il colpo di testa in tuffo dell’argentino. Il primo quarto d’ora è di studio con qualche azione e molti angoli da parte di entrambe le compagini. La partita si accende al 20′ con qualche scintilla tra Mbaye e Diamanti, da quel momento fino al gol dell’1-0 l’Atalanta chiude il Bologna nella propria trequarti. Un paio di cross di Diamanti non finalizzati da Pinilla prima di arrivare al gol di Gomez, il Papu al 27′ spinge in rete l’assist di Alino Diamanti , azione di uno contro uno con Gastaldello che il trequartista toscano chiude con un pallone teso solo da appoggiare comodamente in rete. Il Bologna reagisce, per trentacinque minuti tra l’ultima parte del primo e l’apertura del secondo tempo c’è solo una squadra in campo, le azioni sono belle a vedersi, giocate di prima o al massimo a due tocchi, ma quando si arriva alla trequarti per i rossoblù è notte fonda, manca l’ultimo passaggio. Ultimo passaggio che non manca all’Atalanta con Pinilla che si libera fallosamente di Maietta e dalla stessa posizione del primo gol (limite destro dell’area piccola) mette al centro per Alino Diamanti che insacca di sinistro all’altezza del disco del rigore. 2-0 che manda le squadre al riposo con il risultato in ghiaccio. Cambio all’intervallo per Donadoni che lascia Brienza negli spogliatoi per Mounier arretrando Rizzo sulla linea dei centrocampisti spostando brighi a sinistra. Come detto, il Bologna ha il possesso palla praticamente sempre ma al di là di un paio di occasioni, la più clamorosa con Boukary Dramé che solo grazie alla prontezza di riflessi di Sportiello non realizza il più classico degli autogol, poi con Mounier il suo tiro pare destinato alla rete ma Paletta respinge a Sportiello battuto L’Atalanta la vede poco, ma quando si propone in avanti fa male, 75′ azione sempre di Gomez che buca centralmente centrocampo e difesa del Bologna, Gastaldello arriva in scivolata sull’argentino appena entrato in area, il rossoblù prende palla piena, non è così per l’arbitro che assegna il penalty. Mirante neutralizza la conclusione di Pinilla deviando alla propria destra il non irresistibile tiro del Cileno. Poi più nulla di rilevante se non le due espulsioni di Mbaye e Gastaldello a partita ormai segnata.

Pagelle

Atalanta (4-3-3): Sportiello 6; Masiello 6, Stendardo 7, Paletta 6, Dramé 5,5; Kurtic 5,5 (71′ Migliaccio 6), De Roon 6, Cigarini 6,5; Diamanti 7 (56′ Raimondi 6), Gomez 7,5 (88′ D’Alessandro sv), Pinilla 5. A disp.: Bassi, Cherubin, Bellini, Conti, Brivio, Freuler, Gakpé, Monachello, Borriello. All.: Reja 6
Bologna (4-3-3): Mirante 6,5; Mbaye 4, Gastaldello 4, Maietta 5,5, Morleo 5,5 (71′ Masina 6); Brighi 5,5, Diawara 6, Brienza 5 (46′ Mounier 6); Giaccherini 6, Floccari 5, Rizzo 5,5 (64′ Acquafresca 4,5). A disp.: Da Costa, Stojanovic, Oikonomou, Ferrari, Zuniga, Donsah, Pulgar, Taider. All.: Donadoni 5,5

Arbitro: Giacomelli 4,5 incide sulla partita con delle decisioni scellerate, non è aiutato al meglio dai collaboratori altrimenti era un 4 pieno.

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter