Assolo di Ilnur Zakarin a Ceresole Reale

Ilnur Zakarin vince sul traguardo di Ceresole Reale, staccando Mikel Nieve nel finale. Mikel Landa giunge 3° e guadagna qualche posizione di classifica. Tra i big sventolano bandiera corsa Yates e Miguel Angel Lopez, mentre Nibali non riesce a staccare Roglic

Tanti attacchi in avvio di tappa: la fuga buona parte dopo quasi un’ora di corsa, con 28 corridori all’attacco tra cui Ciccone, Brambilla e Mollema della Trek, Antonio Nibali e Pozzovivo della Bahrain, Cataldo, Zeits e Izagirre dell’Astana, Zakarin, Geoghegan Hart, Gallopin, il solito De Gendt, Tolhoek e la coppia Nieve-Juul Jens. Geoghegan Hart, però, finisce per terra ed è costretto al ritiro, mentre il gruppo maglia rosa tiene la fuga a 2’30’’.

Sul Pian del Lupo ecco che l’Astana accelera l’andatura in gruppo con Pello Bilbao, con Polanc che abdica. Nibali e Roglic restano senza compagni di squadra, mentre Yates ha a disposizione ancora Lucas Hamilton e Chaves. Tra i big ci sono anche Majka, Landa, Sivakov e Hugh Carthy. Al termine della discesa però gli ‘staccati’ hanno la possibilità di rientrare nel gruppo dei big, prima dell’inizio della salita di Ceresole.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Ilnur Zakarin Team Katusha-Alpecin 5:34.40
2. Mikel Nieve Mitchelton-Scott +0.35
3. Mikel Landa Movistar Team +1.20
4. Richard Carapaz Movistar Team +1.38
5. Bauke Mollema Trek-Segafredo +1.45
6. Rafal Majka Bora-Hansgrohe +2.07
7. Primoz Roglic Team Jumbo-Visma +2.57
8. Vincenzo Nibali Bahrain Merida Pro CT +2.57
9. Pavel Sivakov Team Ineos +3.34
10. Davide Formolo Bora-Hansgrohe +3.50

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter