Argentina-Venezuela 4-1: Bis Higuain e Messi record, Albiceleste in semifinale

Higuain e un Messi nuovo miglior marcatore nella storia dell’Argentina trascinano la squadra di Martino in semifinale di Copa America: Venezuela travolto, ora gli USA.

Marcatori: al 8′ e al 28′  Higuain (Argentina), al 60′ Messi  (Argentina) al 70′ Rondon  (Venezuela), al 71′ Lamela (Argentina)

L’Argentina è la terza semifinalista della Copa America: la Selecion, battendo agilmente, ma solo nel punteggio,  il Venezuela, raggiunge la Colombia e gli Stati Uniti, che sfiderà a Boston in semifinale

L’Albiceleste, infatti nonostante l’ampio punteggio, ha dovuto comunque faticare per avere la meglio di un’orgogliosa Vinotinto, punita anche dai propri errori, sia il sanguinoso retro passaggio di Angel che ha permesso il secondo gol di Higuain ed il rigore sbagliato da Sejas.

LA CRONACA

L’Argentina parte subito bene, con Messi che parte per la prima volta dal primo minuto e si installa stabilmente nella metà campo avversaria; dopo un tentativo, largo di poco, di Messi al 3′ ma  l’Albiceleste sblocca il punteggio al 8′ con Higuain, che si avventa in scivolata sull’assist della Pulga e batte Hernandez in diagonale, la gara si sviluppa su di uno spartito completamente argentino e al 22′ il Pipita ha sul sinistro la palla del 2-0, ma viene murato all’ultimo da un difensore del Venezuela, bisogna aspettate solo una manciata di minuti per il raddoppio Albiceleste che arriva al 28′ il centravanti del Napoli raccoglie un retropassaggio fuori misura di Angel e si invola in solitaria, salta il portiere e deposita nella porta sguarnita, dopo il secondo gol  si scuote il Venezuela e la prima chance di riaprire la partita per la Vinotinto giunge al 35′ Mascherano perde palla al limite dell’area, Rondon la raccoglie e scarica un violento sinistro che esalta il riflesso di Romero, l’attaccante  del WBA sfiora di nuovo il gol al 39′, ma il colpo di testa su calcio d’angolo finisce  sul palo è il momento di massimo sforzo della squadra di Dudamel, ancora vicina a dimezzare lo svantaggio al 40′ con Feltscher, il cui tiro deviato costringe alla gran parata Romero che poco dopo commette fallo da rigore su Martinez, dal dischetto Sejas prova il ‘cucchiaio’ ma il portiere albiceleste resta in piedi, blocca comodamente e riscatta l’errore.

Nel secondo tempo l’Argentina controlla la partite e la Vinotinto sembra molto demoralizzata per l’errore dal dischetto e allo  scoccare dell’ora di gioco, Leo Messi decide di chiudere la partita con il gran del numero 10 del Barca che chiude un triangolo corto con Gaitan e sigla il 3-0, il Venezuela, malgrado lo svantaggio, non si arrende e e al 70′ Rondon di testa realizza il meritatissimo gol del 1-3 ma solo 1 minuto dopo Lamela, da poco subentrato, mette a segno il quarto gol della Selecion, con un destro sul primo palo che sorprende Hernandez. La partita, in sostanza, si chiude qui, una buona Argentina che raggiunge le semifinali e dimostra di avere pochi punti deboli ed affronterà i padroni di casa degli Stati Uniti speriamo solo che non ci siano sviste arbitrali come contro l’Ecuador.

Argentina (4-3-3): Romero 7, Mercado 6, Otamendi 6, Funes Mori 6, Rojo 6; Mascherano 6.5, Fernández 6, Banega 6.5 (dall’80 Biglia sv); Messi 7, Higuain 7.5 (dal 75′ Aguero), Gaitan 6.5 (dal 67′ Lamela 6.5). Allenatore: Martino

Venezuela (4-4-2): Hernandez 6, Gonzalez 5, Angel 4.5, Vizcarrondo 5, Feltscher 6; Guerra 6, Rincón 5.5 (dall’84’ Velasquez sv), Figuera 5, Seijas 5; Martinez 5.5, Rondon 6.5. Allenatore: Dudamel

About the Author

Andrea Schiavina
Nato a Bologna il 19/06/1965 titolo di studio Geometra, sport praticati a livello agonistico Nuoto, Pallanuoto, Football americano e Tennis. Appassionato di sport in genere, sono osservatore di calcio professionista, collaboro con Radio Nettuno, Abito a grizzana Morandi in provincia di Bologna sposato

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter