Andrè Silva allo scadere: incredibile vittoria del Milan a Genova, 1-0 al Genoa

Milan's Portuguese forward Andre Silva (3rd from left) celebrates with team-mates Italian defender Alessio Romagnoli, Italian forward Patrick Cutrone and Italian defender Leonardo Bonucci after scoring a goal with a last-minute header during the Italian Serie A soccer match Genoa Cfc vs Ac Milan at Luigi Ferraris Stadium in Genoa, Italy, 11 March 2018 ANSA/SIMONE ARVEDA

Un gol di André silva all’ultimo respiro regala la quarta vittoria di fila al Milan. Il quarto posto non è più utopia, distante solo sei lunghezze dalla Lazio. Partita pressoché dominata dal Milan, che però non ha saputo concretizzare al meglio le occasioni create. Genoa sfortunato e beffato.

FORMAZIONI:
Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Spolli, Zukanović; Lazović, Rigoni, Bertolacci, Hiljemark, Laxalt; Pandev, Galabinov. All. Ballardini.

Milan (4-3-3: Donnarumma; Borini, Bonucci, Romagnoli, Rodríguez; Kessié, Biglia, Bonaventura; Suso, Kalinić, Çalhanoglu. All. Gattuso.

CRONACA:

Serviva reagire e così è stato. Dopo il tonfo in Europa con l’Arsenal, Gattuso chiedeva ai suoi conferme in campionato contro il Genoa, in una partita per nulla scontata e insidiosa sotto ogni punto di vista.  Milan che nel primo tempo fa valere il proprio predominio, con i rossoblù di Ballardini più cauti e pronti a ripartire in contropiede. Dopo qualche tentativo dei rossoneri e un acuto di Pandev combinato con Galabinov, Bonaventura si vede annullare un gol grazie alla Var, che conferma il giudizio preso dal direttore di gara in precedenza. Un paio di calci piazzati chiudono un primo tempo senza grosse emozioni, ma con la sensazione che il gol possa arrivare da un momento all’altro.
L’occasione più ghiotta capita nella ripresa sulla testa di Zukanovic, che mette a lato a due passi da Donnarumma. Secondo tempo che si fa più vivo, con Pandev che ci prova e il gol annullato a Rigoni per fuorigioco. Gattuso non è soddisfatto dei suoi e sostituisce uno spento Kalinic per Cutrone. Entrerà poi Andrè Silva, eroe che giustizierà il Genoa e che porterà nelle tasche rossonere tre punti importantissimi in chiave Champions League. L’azione capita proprio allo scadere, quando la squadra di Ballardini è già con la testa nello spogliatoio e convinta di aver strappato un pareggio. Suso dalla destra pennella sulla testa dell’attaccante portoghese, che con una splendida girata di testa sigla il suo primo gol in campionato. Una rete pesantissima quella dell’ex Porto, sia da un punto di vista morale che della classifica. Il Milan vede avvicinarsi la zona Europa, Gattuso esulta con la speranza di aver ritrovato il portoghese perduto. Genoa che veniva da una buona striscia positiva in casa, ma che si vede sconfitta sul filo di lana.

About the Author

Federico Pilati
Classe 97'. La scrittura come approccio alla vita, il Milan nelle vene, salame e lambrusco come Mantova comanda. Tutto ciò racchiude un po il mio essere. Di formazione umanistica, ho poi vagabondato qualche anno tra Brasile ed Estonia. Ho collaborato con alcuni giornali locali, e gestisco una pagina social del mondo dello sport.