Ancora Soren Kragh Andersen a Champagnole

Per assicurarsi la vittoria di tappa Peter Sagan va addirittura in fuga nella parte finale di corsa con altri 11 uomini: tra questi anche Sam Bennett e Trentin in corsa per la maglia verde. Tutti si guardano e ai -15,8 km dal traguardo parte Kragh Andersen che trova la doppietta personale dopo il successo di Lione. Tutto facile per Roglic che mantiene 57” su Pogacar alla vigilia della crono

Tornano alla ribalta i velocisti e Sam Bennett ha quindi l’occasione di chiudere a suo favore la lotta per la maglia verde con Sagan. La Deceuninck Quick Step manda quindi Rémi Cavagna in fuga, con il francese a far ‘stancare’ Bora Hansgrohe e Sunweb prima dell’eventuale volata di gruppo. In prossimità del traguardo volante, però, evadono Rolland, Cosnefroy e Luke Rowe e il gruppo lascia fare non volendo disperdere ulteriori energie. Al traguardo volante si lotta ‘solo’ per il 5° posto e Sagan viene ancora battuto da Sam Bennett che guadagna un altro punticino.

La strada comincia a salire e ci sono diversi tentativi di fuga, tra questi ci prova anche il campione olimpico Van Avermaet. Sono in 14 là davanti, ma la Bora Hansgrohe è brava a far rientrare il gruppo. Caleb Ewan fa fatica a tenere le ruote e parte un altro gruppetto con nomi d’eccezione: all’attacco Sagan, Sam Bennett e Trentin oltre a Van Avermaet, Kragh Andersen, Anrdt, Naesen, Bauer, Rowe, Stuyven, Devenyns e Mezgec. Questi 12 guadagnano subito un minuto di vantaggio sul gruppo maglia gialla, con la Jumbo Visma che prova a ricucire per van Aert. Attaccano anche Coquard, Boasson Hagen e Hofstetter ma non riusciranno a rientrare mentre il gruppo maglia gialla si rialza visto i 2 minuti di ritardo ai -20.

Sono quindi in 12 quindi a giocarsi la tappa: Matteo Trentin prova un allungo, ma viene marcato da Sagan e Sam Bennett. Zitto zitto se ne va invece Kragh Andersen, già vincitore a Lione, che parte tranquillo ai -15,8 km senza essere più ripreso. Il danese guadagna 20” in discesa e arriva in solitaria al traguardo di Champagnole, incredibile. Mezgec fa sua la volata dei battuti, mentre Sam Bennett e Sagan fanno la volata per l’8° posto: passa facile ancora l’irlandese.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Soren Kragh Andersen Team Sunweb 3:36.33
2. Luka Mezgec Mitchelton-Scott +0.53
3. Jasper Stuyven Trek-Segafredo +0.53
4. Greg Van Avermaet CCC Team +0.53
5. Oliver Naesen AG2R La Mondiale +0.53
6. Nikias Arndt Team Sunweb +0.53
7. Luke Rowe Team Ineos +0.59
8. Sam Bennett Deceuninck-Quick Step +1.02
9. Peter Sagan Bora-Hansgrohe +1.02
10. Matteo Trentin CCC Team +1.02

CLASSIFICA GENERALE:
1. Primoz Roglic Team Jumbo-Visma 83:29.41
2. Tadej Pogacar UAE Team Emirates +0.57
3. Miguel Angel Lopez Astana Pro Team +1.27
4. Richie Porte Trek-Segafredo +3.06
5. Mikel Landa Bahrain-McLaren +3.28
6. Enric Mas Movistar Team +4.19
7. Adam Yates Mitchelton-Scott +5.55
8. Rigoberto Uran EF Pro Cycling +6.05
9. Tom Dumoulin Team Jumbo-Visma +7.24
10. Alejandro Valverde Movistar Team +12.12

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter