All’Allianz il Benevento Sfiora il Miracolo, finisce 2-1 per la Juventus

I Campani rischiano di rovinare la festa dei 120 anni di storia della vecchia Signora, Vanno in vantaggio e resistono stoicamente per 70 Minuti, ma la tecnica dei singoli della Juventus alla fine a prevalso, Higuain e Cuadrado su tutti, autori dei gol ma anche delle occasioni più pericolose, da rivedere la prestazione di Szczesny suo l’errore sul gol, la forma ottimale è ancora da raggiungere ma intanto il Napoli dista solo un punto

FORMAZIONI:

Juventus (4-2-3-1) Szczesny; De Sciglio, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Marchisio, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Costa; Higuain. All. Allegri

Benevento (3-4-2-1) Brignoli; Djimsiti, Antei, Di Chiara; Venuti, Chisbah, Viola, Lazaar; Cataldi, Ciciretti; Armenteros. All. De Zerbi.

CRONACA:

La Juventus è reduce dalla importante vittoria ottenuta ai danni del Milan, mentre il Benevento ha raccolto L’undicesima sconfitta in undici partite di campionato, cos’altro aggiungere al ruolino di marcia dei giallorossi.

I bianconeri stanno gradualmente trovando il giusto assetto, mentre i campani sembrano condannati ad una inevitabile e precoce retrocessione.

Allegri sceglie di non fa riposare Chiellini, e conferma De Sciglio sulla destra dopo il rientro di Lisbona, a centrocampo Khedira a riposo precauzionale al suo posto il principino Marchisio affiancato da Matuidi che sostituisce L’acciaccato Pjanic, turno di riposo anche per Mandzukic, spazio ancora una volta per D.Costa.

De Zerbi prefersice lo svedese di origine cubana Armenteros al posto di Iemmello nemmeno convocato.

Primi 10 minuti a ritmo molto basso dove i giallorossi sono tutti raccolti all’interno della propria metà campo e bianconeri che faticano a rendersi pericolosi, ci vuole una bella azione  personale di D.Costa al 12° per svegliare il pubblico Juventino, lascia sul posto Venuti con una serie di finte ed il cross insidioso per poco non va a finire in rete solo un  reattivo Brignoli con l’aiuto del palo evita il peggio, tre minuti più tardi è sempre l’ex Bayern Monaco a rendersi pericoloso con una splendida progressione è da posizione decentrata lascia partire un destro terrificante che sbatte sulla traversa.

Benevento nonostante i due spaventi iniziali prova a giocarsela non buttando mai il pallone e al 19° clamorosamente va in vantaggio, sugli sviluppi di una punizione dal limite regalata ingenuamente da Alex Sandro, è Ciciretti, complice una barriera disposta male dal portiere ex Arsenal, a sbloccare il risultato, Allianz incredulo e ammutolito.

La Reazione della Vecchia Signora non si fa attendere e due minuti piu tardi non approfittano di una sbandata colossale della difesa campana, Cuadrado sottoporta manca l’aggancio facilitando la presa bassa dell’ex Brignoli.

Ventisettesimo minuto bianconeri ancora pericolosi che non riescono a sfruttare un altro grave errore della retroguardia giallorossa, sempre il colombiano si fa respingere il pallone del possibile pareggio, da Di Chiara che si immola su di lui, pochi minuti più tardi è splendida l’azione in coppia argentina Dybala-Higuain che lanciano l’ex Chelsea a tu per tu con Brignoli, ma calcia inspegabilmente alto sopra la traversa.

Assedio Juve, 3 minuti dopo La joya ne salta due trovandosi davanti al sempre pronto Brignoli che respinge la conclusione, nel giro di 5 minuti i bianconeri sprecano altre due occasionissime, prima con  Matuidi liberissimo in area piccola che manca L’aggancio servito da Cuadrado e poi con il Pipita, imbeccato da Alex Sandro, ma il pallone sulla schiena di Antei che alla disperata si era lanciato a protezione della porta.

Seconda Frazione che comincia come era terminata la prima, al 3° Higuain sfiora lo specchio con una bella punizione dal limite, dopo una serie di attacchi molto confusi al 12° la Vecchia Signora pareggia, bel  cross di De Sciglio in area, sponda di Matuidi per il Pipita che al volo la piazza sotto  il sette, momento di forma straordinario per il numero nove, sono 4 i gol negli ultimi 8 giorni.

Bianconeri quattro minuti dopo vanno vicini al raddoppio, Cuadrado immarcabile e instancabile quest’oggi è protagonista di una serie di finte e conclude a rete ma Brignoli è ancora super, prima sul colombiano e poi sulla ribattuta di Higuain.

La Juventus non si demoralizza e finalmente al 20° la ribaltano, parabola perfetta di Alex Sandro, Cuadrado sbuca alle spalle della difesa campana e schiaccia in rete, vantaggio più che meritato, ma neanche il tempo di festeggiare il gol, che il Benevento spaventa i Bianconeri, sugli sviluppi di una rimessa laterale, Cataldi si gira e tira al volo che per un soffio non va ad insaccarsi all’incrocio dei pali, Allegri e fuori di se in panchina per l’incredibile distrazione.

Dopo il brivido subito proseguo della gara dove la Vecchia Signora è in totale controllo della partita ed anzi nel finale va vicino a triplicare, ma il portiere campano è ancora Bravissimo e nega la prima gioia in campionato per Bentancour.

La Juventus con la vittoria di oggi scavalca l’Inter fermata dal Toro in casa e approfitta del passo falso del Napoli a Verona facendogli sentire il fiato sul collo.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter