Albert Arenas vince la prima gara della stagione

Bella e divertente la prima gara della stagione di Moto3. in Qatar vince Albert Arenas, al termine di una corsa estremamente combattuta e lottata. Secondo McPhee, terzo Ogura

I piloti della classe Moto3 apriranno il Motomondiale 2020, come di consueto in Qatar, al Losail International Circuit. In pole position Tatsuki Suzuki, SIC58 Squadra Corse, che è affiancato da Raul Fernandez e da Albert Arenas.

Seconda fila per Darryn Binder, Ai Ogura e Jaume Masia. Migliore degli italiani Andrea Migno, 7°, mentre Tony Arbolino partirà dalla decima casella e Celestino Vietti dalla sedicesima. Diciottesimo e diciannovesimo tempo per Romano Fenati e Dennis Foggia.

Tutto pronto, diciotto i giri da percorrere, si spengono i semafori, allo start il più veloce è il pole-man Suzuki, seguito da Fernandez, Arenas, Oncu, Ogura, Arbolino, Binder, Rodrigo, Garcia, Migno. Il primo giro si chiude con la KTM del Team Aspar di Albert Arenas al comando, seguito da Fernandez e da un grande Arbolino, autore di una grande partenza. Seguono Suzuki, Oncu, Ogura, Binder, Rodrigo, Garcia e Migno.

Grande bagarre, Arenas tiene ancora le redini della gara, mentre Fernandez precede Suzuki, Arbolino, Binder, Rodrigo e Garcia. Il terzo giro si chiude con Suzuki che perde qualche posizione, mentre velocissima è la Honda del Team Leopard di Jaume Masia.

I primi dieci, nell’ordine Fernandez, Masia, Suzuki, Arenas, Arbolino, Garcia, Binder, Rodrigo, Salac e McPhee hanno un piccolo vantaggio sul gruppetto guidato da Dennis Foggia, che sta tirando Alcoba, Lopez e Vietti. Gara sino ad ora da dimenticare per Romano Fenati, passato quest’anno al Max Racing Team, solamente 22esimo.

Siamo giunti a metà gara, Masia comanda davanti a Binder, Arbolino, Arenas, Garcia, Fernandez, McPhee, Suzuki, Rodrigo e Foggia, con il pilota del Team Leopard che ha ormai ricucito lo “strappo”.

Quindici piloti in un secondo e mezzo per una seconda parte di gara entusiasmante. Arbolino è ora al comando, ma le posizioni cambiano di curva in curva, ora è Arenas ma con il gioco delle scie è Binder a portarsi in testa, con Arenas che però risponde subito, con Arbolino terzo, spettatore. Da segnalare il recupero delle KTM, che dopo test invernali da dimenticare, sono tornare grandi protagoniste.

Contatto tra Vietti e Alcoba, ad avere la peggio è il pilota dello Sky Racing Team VR46, che cade e dice addio alla sua gara. L’incidente è sotto investigazione.

Cinque giri al termine, Arenas in testa davanti ad Arbolino, Suzuki, Binder, McPhee, Garcia, Masia, Foggia e Salac. Suzuki si porta in testa, seguito dai compagni di marca Tony Arbolino e John McPhee. Attacca Binder, con il sud africano della KTM che si porta in terza posizione. La Direzione gara intanto fa sapere che non ci sarà nessuna sanzione per l’incidente che aveva visto coinvolti Alcoba e Vietti.

Grandissima la gara di Dennis Foggia, che passato quest’anno alla Honda del Team Leopard è nel gruppo che lotta per la vittoria. Iniziato il penultimo giro, al comando ora c’è Rodrigo, seguito da McPhee e Binder.

Ultimo giro, caduta di Binder! Dovrebbe esserci stato un contatto con Arbolino, con quest’ultimo rimasto in piedi ma attardato. Arenas al comando davanti a McPhee, i due provano l’allungo. Ultima curva, vince Arenas davanti a McPhee, sul terzo gradino del podio Masia, che però perde la posizione a favore di Ogura per aver messo entrambe le ruote sul verde, al di fuori dell’asfalto. Dennis Foggia, nono è il migliore degli italiani.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Albert Arenas Angel Nieto Team Moto3 38:08.94
2. John McPhee Petronas Sprinta Racing +0.05
3. Ai Ogura Honda Team Asia +0.34
4. Jaume Masia Leopard Racing +0.34
5. Tatsuki Suzuki SIC58 Squadra Corse +0.78
6. Gabriel Rodrigo Kommerling Gresini Moto3 +0.42
7. Jeremy Alcoba Kommerling Gresini Moto3 +0.55
8. Filip Salac Snipers Team +0.82
9. Raul Fernandez Red Bull KTM Ajo +0.83
10. Dennis Foggia Leopard Racing +0.96

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter