Al Santuario del Acebo vince Sepp Kuss

Altro tappone di montagna con 4 GPM di 1a categoria, ma nessuno riesce a dar fastidio a Primoz Roglic. Miguel Angel Lopez e Quintana non ci provano neanche: piccolo tentativo di Valverde, ma lo sloveno gli resta alla ruota. A vincere a Puerto del Acebo è invece Sepp Kuss, proprio compagno di squadra di Roglic

Subito scatti e controscatti in avvio di tappa per far partire la fuga da lontano. Sul Puerto del Acebo, prima asperità di giornata, ci prova anche Marc Soler che potrà fungere come punto di appoggio per Quintana e Valverde. Oltre allo spagnolo provano un’azione da lontano Gesink e Kuss, Ion Izagirre e Geoghegan Hart e Kiryienka. In prossimità della seconda salita rientrano altri corridori, con 17 elementi a completare la fuga di giornata.

Non succede nulla sul Puerto del Connio, mentre sul Puerto del Pozo de las Mujeres Muertas è Sergio Samitier il primo ad evadere dalla testa della corsa, seguito da Dani Navarro e Ben O’Connor. Il gruppo maglia roja si mantiene a 5 minuti, con la Jumbo Visma di Roglic a fare un’andatura di controllo. I controattaccanti si avvicinano e Samitier prova a partire da solo, ma il corridore dell’Euskadi viene raggiunto e superato da Kuss. Dietro il primo a partire è Valverde, Roglic chiude subito mentre restano ‘fermi’ Pogacar, Miguel Ángel López e Quintana. Fuglsang prova a riportare sotto López e sotto la spinta del danese, ecco che si stacca Quintana.

Ruben Guerreiro e Tao Geoghegan Hart provano a ricucire lo strappo su Sepp Kuss, ma l’americano mantiene sempre 30’’ di margine che il corridore della Jumbo Visma riuscirà a portarsi fino al traguardo. A 2’14’’ arriva la coppia Valverde-Roglic, con lo sloveno che non patisce mai le accelerazioni del murciano che aveva ritrovato sulla sua strada Marc Soler, andato inizialmente in fuga. Dietro Miguel Ángel López ritrova Ion Izagirre e grazie alla sua andatura non perde nulla da Pogacar, con i due giovani di questa Vuelta che arrivano al traguardo con 2’55’’ di ritardo. Ancora più staccato Quintana che perderà 3’50’’.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Sepp Kuss Team Jumbo-Visma 4:19.04
2. Ruben Guerreiro Team Katusha-Alpecin +0.39
3. Tao Gheoghegan Team Ineos +0.40
4. Oscar Rodriguez Euskadi Basque Country-Murias +0.53
5. Mark Padun Bahrain Merida Pro CT +1.49
6. Ben O’Connor Team Dimension Data +2.05
7. Lawson Craddock Ef Education First +2.11
8. Primoz Roglic Team Jumbo-Visma +2.14
9. Alejandro Valverde Movistar Team +2.14
10. Sander Armee Lotto-Soudal +2.48

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter