Al Portogallo basta un 1-0: la Russia si arrende

Il Portogallo supera la Russia con un gol al 8′ di Cristiano Ronaldo. Meglio nel primo tempo il Portogallo, qualche sofferenza evitabile nel finale.

FORMAZIONI:

Russia (5-3-2): Akinfeev; Samedov, Dzhikiya, Vasin, Kudryashov, Zhirkov; Shishkin, Glushakov, Golovin; Smolov, Kombarov. All. Cherchesov.

Portogallo (4-4-2): Patricio; Cedric, Pepe, Alves, Guerreiro; B. Silva, Carvalho, Ad. Silva, Gomes; Ronaldo, An. Silva. Santos.

CRONACA:

Buon avvio di gara da parte del Portogallo, che pressa subito alto il portatore di palla avversario e trova la rete dopo appena otto minuti di gioco. Il cross dalla sinistra è operato perfettamente da Raphael Guerreiro: la palla è telecomandata sul secondo palo, dove il solito Ronaldo è ben appostato per deviare in rete di testa senza neanche staccare da terra. A questo punto CR7 e compagni prendono il totale controllo del pallone, facendo spesso girare a vuoto i padroni di casa, che quando recuperano palla a metà campo portano pochi uomini dalle parti di Rui Patricio. Gara giocata su ritmi bassi, accesa solo dalle fiammate del solito Ronaldo, che sfiora anche il raddoppio con una ravvicinata conclusione rasoterra, respinta di piede da Akinfeev. La prima occasione russa arriva al 41′, quando Smolov apre il piattone in area ma spedisce a lato una ghiotta palla-goal.

Nella ripresa Cherchesov gioca la pedina Erokhin al posto di Shishkin: i padroni di casa alzano il proprio baricentro e si mostrano più brillanti nella metà campo avversaria, lasciando però il fianco alle pericolose ripartenze del Portogallo. I lusitani sfiorano il raddoppio con il nuovo acquisto del Milan Andrè Silva: che sovrasta Dzhikya di testa ma trova la grandissima risposta di Akinfeev. Ritmi leggermente più alti e Russia più propositiva con qualche cross dalle fasce. Al 63′ è sempre Ronaldo però a spaventare la porta russa: altro cross dalla destra per la testa di CR7, che questa volta però non trova la porta da ottima posizione. Al 74′ Andrè Silva spreca una ghiotta occasione di sinitro e nel finale la formazione di Cherchesov non riesce a mettere pressione alla difesa avversaria. In pieno recupero arriva la grande opportunità per il pareggio: sugli sviluppi di un corner il difensore Dzhikya stacca bene di testa ma spedisce di poco alto. Ronaldo e compagni pescano il primo successo del torneo.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter