Al Napoli basta un rigore di Higuain: Palermo superato 0-1

Foto LaPresse - Mauro Locatelli

Il Napoli cercherà di non perdere ulteriore terreno dalla capolista Juventus.

Formazioni ufficiali Palermo – Napoli
Palermo (4-3-2-1): Sorrentino; Struna, Gonzalez, Andelkovic, Pezzella; Hiljemark, Jajalo, Chochev; Vazquez, Quaison; Gilardino. All. Novellino
Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne. All. Sarri

Cronaca della partita:
Al Barbera scendono in campo le formazioni migliori. Da una parte il Palermo del neo allenatore Novellino, dall’altra il Napoli di Sarri che cercherà di non far allontanare ulteriormente la Juventus.
Pronti, via… Subito i partenopei che pressano alti, per dare un segnale al pubblico locale su chi comanda. Al 3 minuto Higuain lancia in profondità per Allan, pallone in mezzo con Sorrentino che intercetta: si avventa sul pallone Insigne e Sorrentino è attento rifugiandosi in angolo.
Napoli parte forte, attaccando con le unghie e con i denti, mentre il Palermo cerca di difendersi come può. Le cose rimangono stabili fino al minuto numero 22, quando accade l’episodio che può svoltare la partita: Trattenuta reciproca tra Andelkovic e Albiol nell’area di rigore palermitana. Per Rocchi non ci sono dubbi: calcio di rigore. Dal dischetto si presenta il Pipita Higuain che, dagli 11 metri, non sbaglia mai!! Ennesima perla del fuoriclasse argentino e Napoli avanti 1 a 0.
Da questo momento in poi, il match inizia a seguire un leitmotiv troppe volte visto in questa stagione: Napoli che amministra il possesso palla, Palermo che cerca di contrattaccare in contropiede per raggiungere un pareggio importantissimo in chiave salvezza (si ricordi che con la vittoria del Carpi contro il Frosinone, la squadra di Novellino dista soltanto 1 punto dalla zona retrocessione).
Primo tempo che però nel finale si addormenta: squadre a riposo sul risultato di 1 a 0 in favore dei Partnopei.
Il secondo tempo inizia seguendo la falsa riga del primo. Infatti, al minuto 48 ci prova il solito Higuain con un tiro da posizione defilata che, però trova la risposta di un attento Sorrentino.
Sempre gli azzurri ad attaccare, per mettere il sigillo definitivo sull’incontro. Al minuto 56, Insigne impatta centralmente su un assist di Jorghigno, che tuttavia si conclude con un nulla di fatto.
Il pressing degli ospiti continua con il passare dei minuti, ma il Palermo si chiude a riccio e resiste agli assalti del Napoli.
Al minuto 69, la partita cambia radicalmente volto… ora è il Palermo ad attaccare (soprattutto con Vazquez) e il Napoli a difendersi, pronto al contropiede.
Al 75esimo, contrattacco del Napoli, con Higuain che cerca di sorprendere Sorrentino con un pallonetto che, però, si spegne sul fondo.
Da questo momento in poi, la partita si addormenta, poche emozioni al Barbera.
Partita che si chiude con la vittoria dei partenopei, che si portano a – 3 dalla Juventus grazie al 27esimo sigillo del Pipita in 29 partite.

About the Author

Stefano Chiurato
Sono Stefano, nato a Torino il 5 luglio 1993. Mi sono diplomato nel 2012 presso il Liceo Scientifico Valsalice e a settembre 2015 mi sono Laureato in Economia e Direzione delle Imprese presso la Scuola di Management ed Economia di Torino. Sono un tifoso juventino e seguo attivamente il calcio e ho deciso di intraprendere questa avventura presso il "blog dello sportivo"

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter