A Toledo vince Remi Cavagna

Succede di tutto nella 19a tappa tra cadute e ventagli, con diversi attacchi a Roglic. Lo sloveno finisce a terra con Miguel Angel Lopez, con tutta la Movistar ad attaccare. Il corridore della Jumbo rientra, ma deve fare i conti con un ventaglio, ma riesce ancora a salvarsi. Alla fine vince Cavagna che anticipa di pochi secondi Bennett, Stybar e Gilbert. Valverde guadagna 3”

Occhio al vento che soffia già dal km 0: i capitani si tengono vicini i propri compagni di squadra, mentre parte una fuga di 11 corridori composta da Cavagna, Craddock, Grmay, Archbold, Stetina, Armirail, O’Connor, de la Cruz, Novak, Arndt e Dillier che guadagnano subito 3 minuti sul gruppo.

Il gruppo rientra sulla spinta di Caja Rural, Bora Hansgrohe e Katusha, con la pioggia che diventa un ostacolo in più per i corridori. Infatti c’è una caduta di gruppo ai -67 km dal traguardo, con Miguel Ángel López e Roglic che finiscono per terra. La Movistar cerca di sfruttare il momento e parte a tutta per guadagnare il più possibile dal colombiano e dallo sloveno, mentre Pogacar è attento e si accoda a Valverde e Quintana. Il gruppo Movistar riesce a guadagnare in breve tempo 1’ sui rivali di classifica, mentre Roglic prova a sfruttare il lavoro dell’Astana. I due riescono comunque a rientrare perché la Movistar smette di tirare, anche con vena polemica, considerando che gli inseguitori – secondo il loro punto di vista – sfruttavano la scia delle proprie ammiraglie.

Il vento torna ad essere insidioso e la Quick Step fa partire il ventaglio: i Movistar provano ad accelerare, Miguel Ángel López e Pogacar non si fanno sorprendere, cosa che succede invece a Primoz Roglic. Lo sloveno, però, riesce comunque a rientrare grazie all’aiuto dei compagni di squadra. Davanti, intanto, prova a partire in solitaria Rémi Cavagna ai -24 dal traguardo. Il francese riesce a volare a +25’’ dagli ex compagni di fuga che non riescono a rimontare per mancanza di accordo: ci provano solo Craddock, Arndt e Armirail, ma vengono mangiati dal gruppo all’ingresso a Toledo. Alla fine Cavagna arriva in solitaria, giungendo al traguardo con 5’’ di vantaggio dal quartetto Sam Bennett-Gilbert-Stybar-Valverde.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Remi Cavagna Deceuninck-Quick Step 3:43.34
2. Sam Bennett Bora-Hansgrohe +0.05
3. Zdenek Stybar Deceuninck-Quick Step +0.05
4. Philippe Gilbert Deceuninck-Quick Step +0.05
5. Alejandro Valverde Movistar Team +0.05
6. Tosh Van der Sande Lotto-Soudal +0.05
7. Dylan Teuns Bahrain Merida Pro CT +0.05
8. Tadej Pogacar UAE Team Emirates +0.05
9. Miguel Angel Lopez Astana Pro Team +0.05
10. Primoz Roglic Team Jumbo-Visma +0.05

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter