A sorpresa Valtteri Bottas domina a Melbourne

Tutti si aspettavano un assolo di Lewis Hamilton, invece la sorpresa é Valtteri Bottas. Il finlandese fa la gara della vita e domina dal primo giro. Secondo, ma lontanissimo, il compagno di squadra, terzo Max Verstappen

I piloti sono partiti con il set di gomme morbide. Allo start, partenza perfetta di Valtteri Bottas, che si porta subito al comando, sbaglia Lewis Hamilton, mentre i due piloti Ferrari rischiano il contatto. C’è subito un contatto tra Daniel Ricciardo e Sergio Perez, l’australiano è costretto a rientrare ai box per il cambio dell’ala anteriore. Al decimo giro, la McLaren di Carlos Sainz va in fumo e prende fuoco, lo spagnolo è costretto al ritiro.

Al giro 13, viene comunicato a Vettel di entrare ai box. Una mossa piuttosto strana e che non si rivelerà utile per la gara, in quanto da quel momento in poi, il tedesco farà giri piuttosto alti.

Giro 23: rientro ai box anticipato anche per Lewis Hamilton, il quale chiede sorpreso il motivo. La risposta del team è stata che l’idea era di coprire Vettel dall’undercut.

Il sorpasso di Max Verstappen ai danni di Sebastian Vettel per la terza posizione, arriva al 31esimo giro. Daniel Ricciardo si ritira, non si conosce ancora il motivo.

Romain Grosjean al 32esimo giro, è costretto al ritiro per un problema allo pneumatico che molto probabilmente non è stato fissato bene.

“Perché andiamo così piano?”, chiede Sebastian Vettel nel team radio al giro 42. Si arriva così fino ai giri finali, Verstappen tenta il tutto per tutto per superare Hamilton, ma commette un errore e va sull’erba. Intanto a Leclerc viene comunicato che, nonostante sia più veloce del compagno di squadra, deve restare in quinta posizione.

Bandiera a scacchi: Valtteri Bottas mette nel suo bottino 26 punti e soprattutto una rivincita dopo le critiche e i bocconi amari mandati giù lo scorso anno per favorire Hamilton nella vittoria del titolo.

ORDINE D’ARRIVO:

1. Valtteri Bottas Mercedes 1:25:27.32
2. Lewis Hamilton Mercedes +20.88
3. Max Verstappen Red Bull +22.52
4. Sebastian Vettel Ferrari +57.10
5. Charles Leclerc Ferrari +58.23
6. Kevin Magnussen Haas +1:27.15
7. Nico Hulkenberg Renault Sport +1g.
8. Kimi Raikkonen Alfa Romeo +1g.
9. Lance Stroll Racing Point F1 +1g.
10. Daniil Kvyat Toro Rosso +1g.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo